L'Infiorata inaugura i giorni delle Feste

Lunedì 9 Dicembre 2019
OMAGGIO ALLA POLIZIA
ROVIGO Un dono simbolico e artistico che nel periodo natalizio ha ancora più significato. Fra' Gianni, frate del convento dei cappuccini di Rovigo, ha realizzato con le sue mani e donato un crocifisso ligneo alla Questura di Rovigo. Giovedì sera, nell'atrio dell'edificio che ospita la Polizia di Stato, una piccola cerimonia ha coinvolto fra' Gianni e una particolare adunata di poliziotti che ha voluto partecipare alla donazione.
SCULTORE CAPPUCCINO
Il religioso è un noto e apprezzato scultore, vincitore anche di importanti concorsi artistici. Il suo laboratorio è all'interno del convento, situato in un capanno nel giardino, tra sculture incompiute, trucioli, profumo del legno e attrezzi. La nuova Questura ha dunque fatto da cornice alla cerimonia che è iniziata con la donazione del crocifisso da parte di fra' Gianni Bordin, che ha anche portato un messaggio di pace e condivisione al personale presente. Il breve momento di riflessione, intenso e carico di significato, ha visto la partecipazione anche degli impiegati amministrativi della Questura, del questore Raffaele Cavallo, del vicario Nicola Chierico e dei funzionari, ed è culminato con la benedizione dell'edificio e l'esposizione della scultura all'interno del corpo di guardia della nuova sede di viale Tre Martiri.
Il questore Cavallo ha rivolto i ringraziamenti al frate-scultore con queste parole: «A fra' Gianni vanno i più sentiti e affettuosi ringraziamenti per la bellissima e significativa opera donata e per le illuminate riflessioni che ha voluto condividere».
R.Pau.
© RIPRODUZIONE RISERVATA