Mercoledì 17 Aprile 2019, 00:00

«Se crollavano le torri era la fine quei pompieri sono straordinari»

PARIGI«Notre dame è casa mia» dice Olivier de Chalus. Ne conosce ogni angolo, anzi: conosceva. Da dieci anni è responsabile delle guide che accompagnano turisti e fedeli nella cattedrale di Parigi. Notre Dame la racconta e la studia: sta terminando un dottorato sul secolare cantiere medievale della costruzione. «Come farò a finirla, la tesi, adesso?» dice quasi tra sé e sé.Dove era lunedì pomeriggio?«Seduto a un caffè, davanti al sagrato. Un appuntamento di lavoro per parlare della cattedrale, appunto. Ho alzato gli occhi al cielo...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Se crollavano le torri era la fine quei pompieri sono straordinari»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER