DROGA
PORDENONE Nuovi controlli sotto le feste natalizie per cercare di stroncare

Venerdì 13 Dicembre 2019
DROGA
PORDENONE Nuovi controlli sotto le feste natalizie per cercare di stroncare i traffici di droga soprattutto tra i giovani e i botti illegali. I Carabinieri della Compagnia di Pordenone, in collaborazione con i colleghi del Nas di Udine, di un'unità cinofila del Nucleo Carabinieri di Torreglia hanno svolto servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati al controllo delle zone cittadine più frequentate dai giovani nonché al controllo della vendita dei giochi pirotecnici e di giocattoli. Nella prima parte della mattinata i Carabinieri del Nor, Sezione Radiomobile e l'unità cinofila, specializzata per la ricerca di armi ed esplosivi, hanno sottoposto al controllo la zona antistante la stazione delle corriere e quella ferroviaria, frequentata dai pendolari e dagli studenti in transito per raggiungere le località sedi degli istituti scolastici da loro frequentati. Successivamente sono stati controllati gli autobus di linea ed una quindicina di mezzi pesanti lungo la Statale 13, ispezionati a fondo con l'impiego dell'unità cinofila.
AMBULANTI
Terminata questa attività lungo la principale arteria di collegamento della città, il team ha rivolto le proprie attenzioni verso il mercato di Pordenone; i controlli, svolti congiuntamente dai Carabinieri del Nas e da qualificato personale della Polizia Locale di Pordenone, erano finalizzati all'individuazione di eventuali irregolarità in materia di commercio ambulante, alla presenza di vendita di giochi pirotecnici non autorizzati e al rispetto delle normative specifiche sulla vendita di giocattoli per bambini. In tale contesto, il personale della polizia locale ha rilevato e contestato una violazione nei confronti di un ambulante poiché non munito di estintore e i Carabinieri del Nas hanno proceduto, sempre a carico dello stesso commerciante, al sequestro di 20 pezzi/confezioni di giocattoli poiché non regolari nell'etichettatura riguardante le norme di sicurezza. Al venditore sono state irrogate due sanzioni amministrative per le due violazioni, rispettivamente una da 300 euro dalla polizia locale e una da 500 euro dai Nas.
© RIPRODUZIONE RISERVATA