Da un concerto per la vita fondi per due progetti del Cro

Martedì 26 Giugno 2018

L'EVENTO
PORDENONE Un concerto per la vita ispirato da Erica Sartori, malata oncologica, nipote di Francesco, compositore e pianista, tra i co-promotori della serata in programma il 3 luglio con inizio alle 21 al Teatro Verdi, una charity a favore del Cro di Aviano promosso dalla Fondazione di cui unico socio è Unindustria Pordenone.
«Oggi sono guarita spiega Erica, alla cui idea hanno concorso Mattia Vanin, Roberto Sartori, Francesco Grollo, Francesco Sartori e Diego Basso - e desidero raccontare la mia storia sia perché possa essere di incoraggiamento a chi sta vivendo l'esperienza di una malattia oncologica, sia per contribuire a diffondere la conoscenza della grande professionalità e la profonda carica umana del personale dell'Istituto. Con Francesco abbiamo deciso di organizzare un concerto di beneficenza per raccogliere fondi i cui proventi vadano al Cro di Aviano».
«Il ricavato della serata, possibile grazie al sostegno di numerosi sponsor - spiega Michelangelo Agrusti, presidente di Unindustria - è destinato a sostenere le attività di ricerca del Cro, in particolare per sostenere due progetti: l'acquisto del macchinario NC 3000 Chemometec destinato al reparto di terapia cellulare alte dosi (consente di effettuare analisi di controllo qualità su prodotti di Terapia cellulare e genica) e attività di ricerca clinico epidemiologica per la diagnosi precoce per tre specifiche neoplasie: tiroide, mammella e prostata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA