ASSISTENZA
PORDENONE Nato nel solco della legge Basaglia, l'istituto dell'amministratore

Domenica 16 Dicembre 2018
ASSISTENZA
PORDENONE Nato nel solco della legge Basaglia, l'istituto dell'amministratore di sostegno ha radici profonde soprattutto in provincia di Pordenone. Con il convegno Legami di prossimità (sostenuto da Regione Fvg e Ordine degli avvocati di Pordenone) e Sostieni il tuo vicino (finanziato da Regione Fvg e ministero del Lavoro e delle Politiche sociali) ieri in Tribunale a Pordenone si è fatto il punto sull'attuale situazione e i progetti futuri con il presidente Lanfranco Maria Tenaglia, i giudici tutelari, la presidente degli avvocati Rosanna Rovere, rappresentanti dell'Azienda sanitaria, delle associazioni di volontariato, oltre che con il consigliere della Cassazione Maria Rosaria San Giorgio. A Pordenone le amministrazioni di sostegno costituiscono una forma di intervento sempre più importante nei confronti di anziani, disabili e persone fragili. Dalle 105 posizioni aperte nel 2005 si è passati alle 4.372 del 2016: 1,3 ogni 100 abitanti del circondario del Tribunale (che comprende anche gli 11 Comuni del Portogruarese). Se negli anni passati a beneficiarne erano soprattutto soggetti con disagio mentale, disabilità intellettive o dipendenze, oggi l'amministratore di sostegno segue anziani non autosufficienti o con demenza senile (57,9%), soggetti con disabilità fisiche (28,5%), problemi di salute mentale (11,7%) o dipendenze patologiche (2%). Il 78,7% degli amministratori sono familiari, il 14,3% volontari, il 6% avvocati o professionisti e l'1% è costituito da sindaci. Assistono in prevalenze donne ultraottantenni (62%), mentre i maschi sono la maggioranza fino ai 79 anni (l'età media per gli uomini è di 72 anni, mentre per le donne 82).
Entro breve la tecnologia faciliterà i contatti tra giudice tutelare e assistiti. Il progetto Legami di prossimità intende noleggiare dispositivi che permettano la gestione dei ricorsi in forma elettronica e di realizzare videoconferenze per celebrare le udienze senza la necessità di spostare gli anziani non autosufficienti. Sono poi previsti percorsi di formazione per operatori di sportello, pratiche digitali per la gestione dei ricorsi. Ulteriori interventi sono previsti con il progetto Sostieni il tuo vicino nei circondari del Tribunali di Pordenone e Gorizia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA