Vidotto: «Il primo posto spetta al Bo»

Giovedì 17 Agosto 2017
Vidotto: «Il primo posto spetta al Bo»
(F.Capp) Il podio? E' lotta tra atenei. L'università della Sapienza di Roma si conferma tra le migliori al mondo: è quanto rende noto lo stesso ateneo spiegando che è stata pubblicata dalla Jiao Tong University di Shanghai la classifica internazionale Academic Ranking of World Universities 2017 (Arwu) che presenta le 500 migliori università del globo. La Sapienza si colloca in testa agli atenei italiani nel range 151-200 (posizione che mantiene dal 2014). Subito sotto, accomodata sul secondo gradino, l'Università di Padova (era salda sul terzo sia nel 2014 che nel 2015). Seguono nel range 201-300 le università di Bologna, Milano, Pisa, Torino e il Politecnico di Milano. Complessivamente sono 16 gli atenei del Paese nelle prime 500 posizioni su 1.300 università censite e su circa 17.000 stimate nel mondo. Ma dal Bo si alza un no forte e chiaro. E' quello del professor Giulio Vidotto, incaricato del rettore commissione ranking, secondo il quale la nostra università risulterebbe prima e non seconda come riportato, quindi migliore de La Sapienza. Gli indicatori presi in esame dall'Arwu sono sei: i premi internazionali meritati dagli ex studenti pesano per il 10%, i premi dei ricercatori valgono invece il 20, le citazioni di pubblicazioni scientifiche in Thomson-Reuters ancora per il 20, le pubblicazioni Nature&science per il 20, le pubblicazioni tecnologico-sociali sempre per il 20 per cento. Un ultimo 10% viene assegnato per la produttività pro-capite. «Le notizie sono approssimative e fuorvianti. Arwu indica la seguente classifica: Padova e La Sapienza 151-200, seguono Milano, Bologna, Pisa, Torino e Politecnico di Milano, Pavia, Firenze, Napoli, Tor Vergata, Bicocca, Trieste, Palermo San Raffaele e Ferrara. In fondo a ogni pagina della classifica Arwu precisa che le istituzioni entro lo stesso rank sono poste in ordine alfabetico. Alcuni si azzardano, invece, a stilare delle ulteriori graduatorie all'interno degli ex-equo, suggerendo ordini assolutamente impropri e, a tutti gli effetti, errati». Vidotti sintetizza: «Ho pertanto calcolato i punteggi totali delle università italiane sulla base della metodologia Arwu così da evidenziare gli errori di comunicazione. Padova 18,7, La Sapienza 18,4, Milano 18,1, Bologna 17,7, Pisa 17,4, Torino 16,9... Dai risultati qui presentati si evidenzia che il punteggio totale di Padova è maggiore di quello di Roma e, ancora, che alcune altre osservazioni fatte sulle università classificatesi dal 3 al 7 posto sono inaccurate». Insomma, dati alla mano, nel ranking universitario di Shanghai Padova è al top.