Domenica 25 Agosto 2019, 00:00

Lo spacciatore resta in cella: gli ha iniettato la dose letale

Per la morte di Federico Bertollo è in carcere il tossicodipendente Ivano Sogliacchi, accusato di avergli procurato e iniettato la dose. L'autopsia ha confermato che non può essere stato Federico a bucarsi visto che il segno dell'iniezione è nella mano destra del giovane. Un particolare decisivo per le indagini. Il ragazzo infatti aveva paralizzata tutta la parte sinistra del corpo, a seguito di un incidente stradale avvenuto quando aveva quattordici anni. Dunque, è impossibile che Federico possa avere utilizzato la mano sinistra per...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lo spacciatore resta in cella: gli ha iniettato la dose letale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER