L'INIZIATIVA
Cinema, letteratura, poesia e musica. Di questo si occuperà

Venerdì 3 Maggio 2019
L'INIZIATIVA
Cinema, letteratura, poesia e musica. Di questo si occuperà il festival della cultura russa, arrivato alla terza edizione, dal titolo Imago Russia, che prenderà il via domani alle 17 al teatro Verdi: l'inaugurazione, aperta a tutti, darà modo, agli organizzatori, di presentare alle 19 la mostra fotografica, ospitata nel foyer del teatro, del giornalista- fotografo russo Yuri Rost, simbolo della stampa dissidente, alla sua prima personale fotografica in Italia. L'esposizione E ama è un viaggio nel Novecento, attraverso una serie di immagini in bianco e nero, che immortalano piccole e grandi storie della vita nella Russia sovietica. Ogni foto è accompagnata da un testo dell'artista che descrive il contesto sociale della persona o dell'ambiente ritratto; la mostra resterà aperta fino al 25 maggio, il giovedì, venerdì, sabato, dalle 15 alle 18. «E' un festival bene accolto dalla città - ha spiegato la curatrice Natasha Pirogova, che ha preparato la rassegna articolata nelle diverse sezioni sul tema dell'esilio». «Il festival - ha continuato - riflette sulla condizione di esilio inteso come occasione per fermarsi: una presa di distanza dalla frenesia, dall'opportunismo, dalla fretta». L'iniziativa è ricca di appuntamenti: domani, domenica, alle 20,45, all'MPX, sarà Lora Guerra, moglie di Tonino Guerra, grande amico del regista Andrey Tarkovsky, a raccontare la storia della grande amicizia che legò i due artisti. Verrà proiettato il film Tempo di viaggio, girato dal regista russo con Guerra. Lunedì, sempre all'MPX, alle 20,45, il regista e pittore Rustam Khamdamov, unico artista vivente ad avere le sue opere esposte al Museo dell'Ermitage, presenterà il suo ultimo capolavoro Sacco senza fondo. Martedì 14, alle 18,30, nella Sala Guariento dell'Accademia Galileiana, Maria Grazia Ciani parlerà su La condizione che chiamiamo esilio. Josif Brodskij, insieme allo slavista Alessandro Niero. Giovedì 16, alle 20,45, la Sala Rossini del Pedrocchi ospiterà un incontro di poesia: Nina Nasilli leggerà la poesia di Marina Cvetaeva. Lunedì 20, alle 20,45, all'MPX, verrà proiettato il film di Andrey Tarkovsky Nostalghia, a cura di Fabrizio Borin. Mercoledì 22, al via l'appuntamento con la grande musica: alle 20,45, alla Sala dei Giganti, il maestro Valentin Silvestrov presenterà, in prima mondiale, le sue Sette melodie per piano e violino, proposte dal Duo Gazzana. Il compositore, giovedì 23, terrà una lezione aperta, insieme all'Orchestra di Padova e del Veneto, nella chiesa di San Gaetano, alle 18.
LA CURIOSITÀ
Per promuovere le relazioni con l'imprenditoria del territorio, sempre giovedì 23, alle 17,30, nella Sala Rossini del Pedrocchi, è organizzata una conferenza internazionale sulle potenzialità del mercato russo per le imprese italiane. L'arte gastronomica avrà il suo spazio: venerdì 31, alle 20, al ristorante Strada Facendo, lo chef russo Dmitriy Gorev preparerà una cena con piatti tradizionali russi (su prenotazione 3428328505). La serata conclusiva, lunedì 3 giugno, avrà la cornice della Loggia Cornaro: alle 21, l'incontro sarà dedicato a L'ame slave. Rumi e San Francesco si incontrano a Mosca: un ponte tra oriente e occidente.
Ines Thomas
© RIPRODUZIONE RISERVATA