I consiglieri comunali: «Inceneritore, la Regione chiarisca»

Mercoledì 8 Settembre 2021
I consiglieri comunali: «Inceneritore, la Regione chiarisca»

IL PUNTO
PADOVA Ampliamento dell'inceneritore di San Lazzaro al centro della riunione congiunta delle Commissioni Consiliari II e V con la presenza dell'assessore Chiara Gallani che ha riassunto l'iter del progetto mettendo in rilievo la risposta negativa alla proroga della presentazione delle osservazioni all'opera da parte della Regione. Ad aprire gli interventi il consigliere di Coalizione Roberto Marinello che ha ribadito come: «E' ora che l'amministrazione prenda una posizione netta e dica si o no alla quarta linea dell'inceneritore e dichiari se intende sostenere o no il ricorso al Tar che si sta pensando di presentare come Comitati e Associazioni». Richiesta alla quale si sono associati i consiglieri Stefano Ferro e Daniela Ruffini sempre di Coalizione.
Ruffini ha ricordato anche come il Consiglio comunale abbia approvato una mozione sul tema che pone questioni specifiche sull'inceneritore e come ci si aspetti che venga messa in pratica. Richiesta di chiarezza avanzata anche da Giacomo Cusumano (5 Stelle) Enrico Turrin (FdI), Luigi Tarzia (Lista Giordani) che chiede anche lumi sull'esclusione dalla Commissione dei Comitati che ne avevano fatto richiesta. I consiglieri inoltre hanno sottolineato l'importanza di convocare una Commissione in presenza considerata la portata dell'argomento, richiesta rafforzata dal presidente della Consulta, Dario Da Re che ritiene «opportuna anche la presenza del sindaco e del rappresentante del Comune in Hera, Melcarne visto che si tratta di società partecipata dal Comune e non dalla Regione».
«Si tratta di impianti strategici regionali e ci chiediamo quali siano i diritti della Regione - replica Gallani - serve diminuire quanto va smaltito nell'inceneritore. Non abbiamo invece idea di quale sia la visione futura della Regione. Concordo che ci siamo momenti pubblici di confronto».
I Comitati non possono partecipare per questioni di regolamento precisa il presidente della II Commissione Nereo Tiso, che rispondono per voce di Paolo Manfrin Comitato Stanga: «Non avendo avuto risposte alla richiesta. I Comitati ringraziano. Ora ci è più chiara la parola Partecipazione». Sul tema interviene il segretario del Pd Davide Tramarin che sottolinea: «Chiediamo alla Regione un'interlocuzione costante sull'impatto sul nostro territorio e sulle tipologie di rifiuti conferiti».
Luisa Morbiato
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA