"Gustav Mahler e i paesaggi dell'anima. Percorso onirico tra musica e poesia":

"Gustav Mahler e i paesaggi dell'anima. Percorso onirico tra musica e poesia": è il titolo della conferenza che Adele Boghetich, studiosa di germanistica e musicologa, terrà domani alle 18 in via Marsala 49, a palazzo Nalin, per il ciclo "Il divano letterario", incontri promossi dall'associazione culturale Blue Zadig (ingresso libero). L'autrice presenta il suo ultimo lavoro, intitolato "Gustav Mahler, Il Canto della Terra. All'ombra degli abeti" (Zecchini Editore) in cui sviluppa un racconto dei momenti creativi che portarono alla composizione del celebre Canto della Terra (Das Lied von der Erde) nell'estate del 1908 a Dobbiaco. Nella suggestione delle poesie che Mahler sceglie come testi per i suoi Lieder, e attraverso l'ascolto musicale, si vuole ripercorrere la storia e la produzione artistica di Mahler, musicista d'élite, protagonista della Vienna musicale nel passaggio al XX secolo e, insieme, interprete di una raffinata civiltà ormai al tramonto.
Un meta-racconto di suggestioni poetiche, accompagnato dai brani musicali cui fa riferimento, condotto tra le riflessioni goethiane del Werther e gli ebbri canti di Nietzsche, in un continuo gioco di specchi in cui Gustav Mahler riflette la parte ancora viva della sua anima d'artista.

Martedì 27 Ottobre 2015, 03:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
"Gustav Mahler e i paesaggi dell'anima. Percorso onirico tra musica e poesia":
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER