Fare del bene al prossimo: Padova è la capitale europea

Giovedì 14 Novembre 2019

VOLONTARIATO
PADOVA «Padova, in quanto capitale europea del volontariato, vuole divulgare e allargare a livello anche internazionale le buone pratiche che le hanno permesso di ottenere questo prestigioso riconoscimento, che è frutto dell'impegno delle migliaia di volontari che in campo sociale, culturale e sportivo mettono le proprie competenze e il proprio entusiasmo a disposizione degli altri». Parola del sindaco Sergio Giordani che ieri a Palazzo Morni ha sottoscritto, insieme al direttore generale della Agenzia nazionale per i giovani (Ang) Domenico De Maio, il protocollo d'intesa per la nomina di Padova a capitale europea del bene reso al prossimo. «Il volontariato è uno strumento di partecipazione e inclusione, formazione e crescita, acquisizione di competenze e conoscenze anche spendibili nel mondo del lavoro. Rappresenta un tassello fondamentale nella crescita delle ragazze e dei ragazzi. Il fatto che Padova ne sia capitale 2020 rappresenta - ha detto De Maio - un orgoglio per l'intero Paese e conferma la vocazione solidale di questa città. Ci offre inoltre la preziosa occasione per avvicinare il mondo giovanile al mondo del volontariato e alle opportunità del Corpo europeo di solidarietà ed Erasmus+». L'Agenzia nazionale per i giovani è un ente governativo, vigilato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Commissione Europea, che gestisce in Italia i programmi europei Erasmus+ e Corpo europeo di solidarietà e iniziative di concerto con il Governo con risorse nazionali del fondo Politiche giovanili. Offre ai ragazzi dai 13 ai 30 anni opportunità e occasioni in tema di mobilità, formazione, educazione, volontariato e scambio. Il Comune di Padova e l'Ang si sono dunque impegnate a favorire la partecipazione nazionale e internazionale alle varie iniziative che si svolgeranno nel corso del prossimo anno, promuovere la conoscenza dello strumento Youthpass come certificato per le attività svolte dai giovani nell'ambito del servizio di volontariato in ogni Stato europeo, a costituire un gruppo di lavoro per progettare, favorire e supportare il più possibile la partecipazione dei giovani e accrescere la consapevolezza del valore del servizio di volontariato.
F.Capp.

© RIPRODUZIONE RISERVATA