Droga e criminalità, città setacciata con Fiamma: un arresto, 8 denunce

Mercoledì 14 Agosto 2019
IL CONTROLLO
PADOVA I carabinieri controllano dall'alto la città grazie a Fiamma, l'elicottero dell'Arma, che lunedì, dalle 14 alle 22, ha pattugliato per ore i cieli sopra Padova, soffermandosi sulle aree più a rischio: stazione, prima Arcella, passeggiata Milolati, Prato della Valle, basilica del Santo.
Il velivolo è arrivato dal distaccamento Nec di Belluno a supporto delle pattuglie del Nucleo operativo e radiomobile, dei militari delle stazioni, del battaglione Veneto e dei cinofili di Torreglia impegnate nel maxi servizio che ha portato al controllo di 95 persone e 41 veicoli.
Per sei ore i carabinieri hanno setacciato le zone a rischio degrado e criminalità, concentrandosi sull'Arcella, la passeggiata Miolati, la stazione e le zone circostanti: un arresto e 8 denunciati.
L'ATTIVITÀ
In arresto è finito Valerio Milani, 60enne di Santa Giustina in Colle, scoperto in flagranza mentre rubava al supermercato Alì di Vigodarzere. Dopo aver restituito i cento euro di merce rubata i carabinieri lo hanno indagato per furto aggravato.
Otto invece i denunciati a vario titolo. S.M., padovano 51enne, è accusato di minaccia aggravata e omessa custodia di armi perché dopo essere rincasato ubriaco ha minacciato di morte la ex moglie e le figlie con cui convive. In casa deteneva regolarmente una carabina, che non era però custodita adeguatamente ed è stata sequestrata.
STRANIERI IRREGOLARI
Sono accusati di aver violato le norme sull'immigrazione quattro stranieri, tutti irregolari e senza documenti: due gambiani S.A. e D.M. di 21 e 34 anni, il nigeriano 22enne A.H. e il 30enne maliano K.I. Dopo la denuncia sono stati messi a disposizione dell'Ufficio immigrazione della questura per avviare le pratiche di espulsione. L'accusa è invece di inottemperanza al decreto di espulsione per A.J., nigeriano 41enne che avrebbe dovuto lasciare l'Italia nel settembre 2016.
Ai raggi X anche le zone dello spaccio. I militari grazie al nucleo cinofili hanno scoperto alcuni grammi di stupefacente: segnalate tre persone alla prefettura come assuntori. Lungo la passeggiata Miolati i carabinieri hanno sequestrato a carico di ignoti 7,5 grammi di marijuana e una dose di cocaina abbandonati tra i cespugli dai pusher in fuga.
Segnalati come assuntori di droga un 17enne di Grisignano di Zocco trovato con 5 grammi di hashish, un 42enne di Mestrino con un grammo della stessa sostanza e un 38enne marocchino di Cordenons che aveva uno spinello e un grammo di marijuana.
SULLE STRADE
Le verifiche sono state estese anche a diversi locali pubblici e alle strade, dove sono stati controllati 41 veicoli. Due le denunce frutto dei posti di blocco, entrambe per guida in stato di ebbrezza. A farne le spese un 33enne moldavo di Albignasego, scoperto alla guida con un tasso alcolemico di 2,23 g/l, quasi cinque volte oltre il limite. Più basso quello di un 43enne padovano, fermato con 1,70 g/l.
M.L.
© RIPRODUZIONE RISERVATA