Chantal compie 9 anni, auguri social dal papà

Mercoledì 16 Settembre 2020
Chantal compie 9 anni, auguri social dal papà

VIGONZA
«Principessa Chantal, buon compleanno: 9 anni oggi». Un altro compleanno della figlia senza che il padre Andrea Tonello possa farle un regalo o fotografarla mentre taglia la torta o spegne le candeline. Dal gennaio del 2012 Andrea, 49 anni imprenditore di Codiverno, non vede la sua bambina che all'epoca aveva appena pochi mesi. Quel giorno, infatti, la madre di Chantal, Klaudia Ildiko, di origine Rom, oggi 39enne, è partita per l'Ungheria con la figlia, portandola via dall'Italia e dal padre. Quando Andrea raggiunse la donna in Ungheria per riportarla a Vigonza, la donna gli rivelò che non sarebbe più tornata in Italia. Da allora è iniziato il dramma di Andrea che va avanti ormai da quasi 10 anni.
Per il suo nono compleanno, anche se lontano, il papà le ha dedicato un messaggio d'amore. «Ormai sono nove anni, quasi sempre divisi; non ricordo più il tuo profumo, eppure se guardo una tua foto mi sembra ieri che ti abbracciavo. Lei però ce l'ha permesso solo per poco tempo. Volevo essere il tuo principe azzurro, accompagnarti a scuola tenendoti per mano, esserci ogni volta che ne avevi bisogno, ma lei ti ha portata lontano chissà dove e perché. Anche se non posso tenerti tra le braccia ti ho sempre nel mio cuore, tu sei la mia bambina, la mia vita, sangue del mio sangue e lei questo non potrà mai distruggerlo. Non credere alle bugie che ti raccontano, tuo padre c'è e continua a cercarti. Ho bisogno del tuo aiuto, a Mezotur o ovunque tu sia: urla a tutti che non sai chi è il tuo papà».
Poi si rivolge all'ex compagna e madre di Chantal: «Klaudia Sallai Ildiko o come ti farai chiamare adesso, un giorno dovrai spiegare a nostra figlia Chantal Tonello, tutto il male che le hai fatto e tutto l'amore paterno di cui l'hai privata». Sulla vicenda nel 2018 si era aperto uno spiraglio importante quando dal Viminale era arrivato l'annuncio della costituzione di un pool investigativo congiunto tra Italia e Ungheria per rintracciare la piccola. «L'allora ministro Matteo Salvini aveva incontrato Viktor Orban a Milano nell'agosto del 2018 aveva detto Tonello ma poi non se ne è saputo più nulla. Ormai mia figlia è cresciuta: aveva un anno quando l'ho vista l'ultima volta, e oggi l'unica immagine che ho è l'identikit che ha realizzato la polizia ungherese che ha ricostruito il suo volto. Mi domando se un padre debba accontentarsi di vedere sua figlia in un identikit».
L.Lev.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA