Sabato 23 Marzo 2019, 00:00

ASSISTENZA
PADOVA «Noi anestesisti siamo seduti in un angolo, nel back stage

ASSISTENZAPADOVA «Noi anestesisti siamo seduti in un angolo, nel back stage della sala operatoria, pochi si accorgono della nostra esistenza, sanno cosa facciamo, sono consapevoli che siamo indispensabili. Quasi nessuno ci ringrazia, ma un anestesista ti può salvare la vita!». Sandra Cappellato, 42 anni, un figlio di 16 mesi, è anestesista all'Istituto oncologico veneto, contratto a tempo indeterminato dal 2010. «Fare l'anestesista è decisamente impegnativo, i riconoscimenti sono limitati, quelli che seguono il paziente sono il chirurgo,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
ASSISTENZA
PADOVA «Noi anestesisti siamo seduti in un angolo, nel back stage
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER