Sabato 12 Gennaio 2019, 00:00

«Appena esco dal carcere vado in Siria a combattere»

L'INDAGINEPADOVA La cerimonia della preghiera del venerdì si teneva nella sua cella. Era un vero e proprio appuntamento fisso: lui, il leader, indossava la tipica tunica dell'imam. I devoti, altri carcerati, lo consideravano una vera guida. Emergono nuovi particolari legati all'indagine che ha portato al rimpatrio del trentunenne tunisino Mahmoud Jebali, detenuto fino a due giorni fa dietro le sbarre del Due Palazzi di Padova, sospettato di essere un terrorista. Sono state le segnalazioni degli agenti di custodia e le indagini del Nucleo...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Appena esco dal carcere vado in Siria a combattere»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER