Mercoledì 17 Aprile 2019, 00:00

Insulti nella lite innescata dalla convertita all'Islam: assolto

IL CASOVENEZIA Non ci fu diffamazione aggravata dalla discriminazione per motivi religiosi. Il Tribunale di Venezia ha assolto, perché il fatto non sussiste, Andrea Bonaventura, operaio cinquantenne di Borgoricco (Padova), finito sotto accusa per alcune frasi, un po' colorite, pubblicate su Facebook e riferite a Silvia Layla Olivetti, la donna di Marghera (Venezia) convertitasi all'Islam più di una dozzina di anni fa, fondatrice del Movimento per i diritti dei musulmani in Italia.La sentenza è stata letta nella tarda mattinata di ieri, alla...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Insulti nella lite innescata dalla convertita all'Islam: assolto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER