MUSICA
Ci vuole passione, entusiasmo e coraggio per organizzare una nuova manifestazione

Martedì 20 Ottobre 2020
MUSICA Ci vuole passione, entusiasmo e coraggio per organizzare una nuova manifestazione

MUSICA
Ci vuole passione, entusiasmo e coraggio per organizzare una nuova manifestazione culturale in tempi di pandemia. E sono proprio questi elementi che non mancano all'Ensemble Armonia di Cordenons (Pordenone), che ha deciso di mettere in cantiere la prima edizione di Arpa Festival Fvg che, dal 29 ottobre al 1 novembre, riporterà sotto i riflettori questo antico e nobile strumento, mostrandone tutte le sfaccettature e dimostrando quali possano esserne i nuovi utilizzi e la sua modernità. L'associazione, presieduta da Giuseppe Maria Gionti, con la direzione artistica di Patrizia Avon, ha deciso di realizzare una sorta di contenitore culturale dedicato allo strumento, ripercorrendone la storia, in una mostra interattiva chiamata L'arpa nell'arte e visitabile in biblioteca presso la Sala Teresina Degan a Pordenone.
STORIA E MODERNITÁ
Arpa deriva da un termine sassone che significa pizzicare e la sua esistenza è testimoniata già dai tempi dei Sumeri. Si pensa possa derivare dalle corde utilizzate per costruire gli archi dei cacciatori, che un giorno si accorsero che pizzicandole producevano un suono gradevole. Nonostante l'origine antichissima l'Arpa Festival vuole metterne in luce anche la modernità e per questo ha invitato l'arpista jazz Marcella Carboni, che terrà il concerto d'apertura, sempre in sala Degan, il 29 ottobre, alle 20.45. Nei tre giorni successivi Carboni, che ha letteralmente inventato un nuovo modo di suonare lo strumento, utilizzandolo in maniera amplificata ed elettroacustica, per produrre le sue improvvisazioni jazzistiche, terrà anche una masterclass di arpa jazz, alla quale parteciperanno 14 arpiste (con arpa classica o celtica), provenienti non solo dalle scuole locali e trivenete, ma anche da Marche e Lombardia. L'artista utilizza un particolare metodo didattico, da lei studiato, che ha attirato l'attenzione della casa editrice americana specializzata Vanderbilt, per la quale Marcella ha pubblicato un manuale. Al termine della tre giorni di studi è in programma il concerto finale delle allieve, sempre nella sala della Biblioteca civica, alle 17.
GLI ALTRI EVENTI
Ma i riflettori sull'arpa non si esauriscono il giorno di Tutti i Santi. Il 16 novembre alle ore 20.45 al convento di S. Francesco a Pordenone andrà in scena lo spettacolo Da Aquileia a Venezia: 600 passi di Storia con la voce recitante dell'attore e regista udinese Massimo Somaglino e il duo d'arpe di Elisabetta Ghebbioni, docente al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia e Giuseppina Vergine, prima arpa del Teatro Bellini di Catania. Chi volesse assistere ai concerti può prenotarsi scrivendo ad ensemblearmonia@libero.it o telefonando al 389.5927524. Grazie all'impegno di volontari e associazioni i teatri si sono dimostrati tra i luoghi d'incontro più sicuri e possono continuare ad essere frequentati con la indispensabile prudenza.
Mauro Rossato
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA