Latina, sorpresi a rubare rapinano i proprietari: presi

Domenica 6 Giugno 2021 di Laura Pesino
Latina, sorpresi a rubare rapinano i proprietari: presi

Avevano rubato all'interno della cantina di un'abitazione e quando sono stati sorpresi dai proprietari non hanno esitato a minacciarli con un coltello prima di guadagnare la fuga. L'episodio risale allo scorso 19 maggio, consumato in una strada poco distante dal centro cittadino, viale Petrarca, e i due responsabili erano stati immediatamente identificati e denunciati dagli agenti di polizia. Ora per loro è arrivato anche l'arresto in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip del tribunale di Latina Mario La Rosa su richiesta del sostituto procuratore Daria Monsurrò. Si tratta di due fratelli del capoluogo, Massimiliano e Angelo Cangianiello di 50 e 40 anni, entrambi volti noti alle forze dell'ordine per i loro precedenti penali per furti, rapine e stupefacenti, ritenuti responsabili adesso anche di rapina in concorso e resistenza aggravata a pubblico ufficiale.


La coppia proprietaria di casa li aveva sorpresi mentre erano intenti a rubare dalla cantina dell'abitazione qualche attrezzo da giardinaggio. Per guadagnare la fuga però i due avevano estratto un coltello puntandolo contro marito e moglie e minacciandoli. Le vittime avevano quindi chiesto immediatamente l'intervento delle pattuglie per rintracciare i malviventi. E grazie alla dettagliata descrizione dei due uomini fornita, gli agenti hanno in breve tempo ristretto il cerchio dei possibili sospettati. Gli investigatori della squadra mobile hanno perquisito le rispettive abitazioni e rinvenuto sia il coltello utilizzato per minacciati i proprietari di casa sia gli indumenti che indossavano al momento della rapina che erano stati accuratamente descritti dalle vittime.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 17:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA