L'APPELLO
Tre giorni in cui la città si veste di musica e pianoforti: in

Domenica 2 Febbraio 2020

L'APPELLO
Tre giorni in cui la città si veste di musica e pianoforti: in vista della seconda edizione di Piano City Pordenone sono aperte le candidature per pianisti interessati a venire a suonare a Pordenone in occasione del festival in programma anche quest'anno nel terzo fine settimana di giugno, il 19, 20 e 21.
COME PROPORSI
I musicisti potranno proporre la propria candidatura accedendo al sito dell'associazione (www.pianocitypordenone.it) che organizza la festa del pianoforte, che riempie di musica la città con un fitto programma di concerti distribuiti in tutte le giornate, dal mattino alla sera. Il festival nasce a Berlino da un'idea del pianista tedesco Andreas Kern e si è poi diffuso in altre città europee e italiane (Milano, Napoli, Palermo, Barcellona, Novi Sad che nel 2021 sarà la capitale europea della cultura) e quest'anno anche a New York. La specificità del festival è portare la musica sia nelle sale adibite alla musica sia negli angoli più nascosti così come nei luoghi di passaggio della città. Soprattutto nelle abitazioni private di proprietari disposti ad accogliere la musica e ospitare un House Concert. Anche per i privati sarà possibile proporre la propria abitazione sul sito attraverso le candidature che, in questo caso, saranno aperte dall'1 marzo al 15 aprile.
LA PRIMA EDIZIONE
Organizzata l'anno scorso dal Comitato Piano City Pordenone, ha goduto del sostegno di Comune, Regione e Fondazione Friuli, con la collaborazione di importanti istituzioni come il Teatro Verdi e i Conservatori di Trieste e di Udine). Fondamentali sono state le collaborazioni con le associazioni tra cui la Cifra, Storica Società Operaia di Pordenone, Sviluppo e Territorio e Fondazione Pia Baschiera Tallon, nonché con enti e associazioni di categoria, e sponsor privati che hanno adottato e supportato la manifestazione che ha ottenuto numeri molto significativi
ALCUNE CIFRE
Nel 2019 Piano City Pordenone ha proposto oltre un'ottantina di concerti nel fine settimana disseminati in tutta la città dal mattino alla sera (in una trentina di luoghi), a cui hanno partecipato un centinaio di pianisti (professionisti di chiara fama così come giovani al debutto professionale) oltre a una settantina dei migliori allievi di pianoforte delle scuole di musica private e pubbliche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA