Zaia e Maroni lanciano la Macroregione Alpina

Sabato 23 Gennaio 2016

LONGARONE (BL) - La Macroregione Alpina prende definitivamente forma: con 7 Stati, 48 Regioni, 70 milioni di abitanti. E, dopo la presentazione della «Strategia Eusalp», avvenuta ieri a Longarone (Belluno), diventerà operativa a partire dalla conferenza di lancio in calendario lunedì 25 e martedì 26 a Brdo, in Slovenia. «È lo strumento che abbiamo - ha spiegato Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia - per dialogare direttamente con Bruxelles, saltando Roma. E per scardinare l'Europa dei banchieri e dei burocrati. Grazie a questo nuovo modello, che abbraccia un'area omogenea, si va verso un'Europa delle Regioni». Sulla stessa linea di pensiero il governatore del Veneto, Luca Zaia: «Con la Macroregione finisce il tempo delle suggestioni e inizia una sfida che la montagna deve accogliere. E vincere». Due i progetti già in rampa di lancio: «Il Treno delle Dolomiti, per il quale firmerò un accordo col ministro Delrio entro metà febbraio, e i Mondiali di sci a Cortina». L'assessore regionale all'Economia e Sviluppo montano, Federico Caner, ha puntato i fari sulle risorse: «Le dobbiamo trovare tra i finanziamenti ai quali la strategia Eusalp può attingere. Tra cui i 600 milioni di euro del Fondo di sviluppo regionale (Fesr), i 764 milioni del Fondo sociale (Fse), i 1.184 del Programma di sviluppo rurale Veneto (Feasr). A integrazione dei fondi europei, proporremo poi un fondo regionale specifico per i territori montani e le loro imprese».(M.D.I.)