Strade ghiacciate: alla guida anche ubriachi

Lunedì 16 Dicembre 2019
I CONTROLLI
BELLUNO Un esercito di 30 uomini sulle strade bellunesi, 9 patenti ritirate e 12 multe per macchine che sfrecciavano nonostante le gelate di queste ore. E ancora: 200 persone identificate e 100 veicoli fermati. È il bilancio dell'operazione scattata nella notte tra sabato e domenica e che ha visto impegnati i carabinieri delle Compagnie di Belluno e di Feltre coordinate rispettivamente dal maggiore Emanuela Cervellera e dal capitano Luca Innelli. Il triste record di alcolemia di un conducente alla guida spetta a una donna, una 34enne residente in Valbelluna che aveva quattro volte il massimo consentito per mettersi al volante. Presenti anche gli agenti della polizia locale di Belluno, diretti dal comandante Gustavo Dalla Ca': 5 uomini e due ufficiali hanno dato supporto alle operazioni e ritirato due delle nove patenti.
I POSTI DI BLOCCO
«I militari - spiegano dal comando provinciale dell'Arma - hanno proceduto a controlli mediante posti di blocco e di controllo finalizzati alla prevenzione della guida sotto effetto di alcool. Sono stati impiegati 15 mezzi e 30 uomini che nel corso della notte hanno identificato 200 persone e fermato oltre 100 veicoli sulle arterie principali. I controlli sono stati effettuati mediante precursore». Si tratta dello strumento utilizzato prima dell'etilometro vero e proprio dove il guidatore soffia. «Se compare la luce verde - spiegano i carabinieri - non si procede ad alcun controllo ulteriore, se invece compare luce arancione o rossa si procede al controllo mediante l'etilometro vero e proprio.
LE DENUNCE
La Compagnia di Belluno ha agito nella zona del Boscon e sulla strada tra Belluno e Ponte. Nei guai sei persone. C.P, un impiegato 61enne, residente Belluno, che aveva un valore di 1,77 grammo di alcol per litro di sangue (il massimo consentito per mettersi alla guida è di 0,50). Poi la donna che detiene il record, J.D 34enne della Valbelluna (valore 2,02 grammo di alcol per litro di sangue). L.F., 23enne residente San Gregorio nelle Alpi aveva 1,42. V.Z, una donna di 33 anni residente a Feltre aveva 1,01 di alcolemia. M.R., 24enne di Belluno aveva 1,07. C.F, 41enne di Agordo ha registrato un valore di 1,40. Tutti sono stati denunciati per guida in stato di ebrezza dai militari della Compagnia di Belluno. I militari feltrini invece hanno agito nella zona tra Sedico e Santa Giustina. In questo caso tre automobilisti avevano bevuto: P.Z., una donna di 37 anni, residente Pedavena (ha soffiato 0.96), S.C., 52enne residente a Quero Vas 1,44 di alcolemia e R.T., 40enne residente Feltre (aveva un'alcolemia di 1.38)
LE MULTE
Le sanzioni al codice della strada sono scattate in particolare per gli automobilisti che non hanno tenuto cnto delle condizioni della strada. Le contravvenzioni sono suddivise tra quattro persone senza pneumatici da neve o catene. Quattro per documenti di guida non in regola (revisione e patente non al seguito). «Le altre sono scattate - spiegano dall'Arma - per norme di comportamento tipo velocità e sorpassi non consentiti tenuto conto anche delle condizioni della strada».
© RIPRODUZIONE RISERVATA