Mercoledì 23 Gennaio 2019, 00:00

Pugno in faccia al padre: venti mesi di reclusione

LA SENTENZABELLUNO Marino Zoldan, l'ex comunale furbetto smascherato dalla Finanza nelle giornate di assenteismo, ieri mattina era in Tribunale a Belluno. L'uomo è parte civile, con l'avvocato Paolo Serrangeli, nel processo che vede alla sbarra il figlio, Robin, accusato di lesioni aggravate e minaccia, difeso dall'avvocato Marco Cason. Scortato dalle guardie penitenziare, Marino Zoldan che si trova attualmente in carcere a Baldenich, ha raccontato lo choc che ebbe quel giorno quando, sceso dall'autobus il figlio lo colpì con un pugno in...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pugno in faccia al padre: venti mesi di reclusione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER