FELTRE
Sono 40 mila gli euro che la Fondazione Cariverona ha assegnato al Palio

Giovedì 5 Dicembre 2019
FELTRE
Sono 40 mila gli euro che la Fondazione Cariverona ha assegnato al Palio di Feltre, uno dei 13 vincitori tra i numerosi partecipanti al bando Cultura in rete. Grande la soddisfazione del direttivo dell'Ente che, anche dopo la chiusura positiva del bilancio dell'ultima edizione, può guardare oggi con serenità alle prossime edizioni della manifestazione feltrina. Il progetto presentato prevede da una parte una serie di attività indirizzate alla strutturazione, anche in ottica futura, dell'Associazione, dall'altra la possibilità di coltivare un aspetto che sta molto a cuore al direttivo e a tutto il Consiglio, cioè il coinvolgimento dei più giovani nel mondo del Palio, tramite l'organizzazione di laboratori nelle scuole e di momenti aggregativi indirizzati ai più giovani. Le varie attività avranno inizio in gennaio e proseguiranno fino a novembre con il coinvolgimento del Comune di Feltre, dell'Istituto comprensivo cittadino con le sue 12 realtà scolastiche, delle Associazioni Gruppo Sbandieratori Città di Feltre e Fenice, dell'asilo Sanguinazzi e del Consorzio turistico Dolomiti Prealpi. Ai vertici del Palio, Doriana De Zordi ha così commentato: «Il bando cultura in rete di Cariverona è sembrato subito adeguato alla nostra associazione, perché puntava su un aspetto che ci sta molto a cuore, cioè la progettualità in rete. Un premio prezioso per un progetto di squadra di un intero territorio». E da parte sua il presidente Eugenio Tamburrino ha aggiunto: «Sono contento che la Fondazione Cariverona abbia valorizzato il nostro progetto, basato sulle giovani generazioni e sulla rete sociale cittadina, che è veramente una grande risorsa per Feltre. In questo senso i partner che si sono uniti a noi sono risultati fondamentali. È anche una grande responsabilità, perché ci impegna in un progetto serio di durata quasi annuale. Sulla base dei relativi esiti sapremo meritarci la liquidazione dei fondi assegnatici». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA