Dmo Dolomiti: Padrin è il nuovo presidente

Sabato 24 Marzo 2018
Dmo Dolomiti: Padrin è il nuovo presidente

L'ELEZIONE
BELLUNO Il turismo bellunese viaggia verso la piena operatività. Da ieri la Dmo Dolomiti ha un nuovo presidente. E da inizio aprile avrà anche un manager, che sarà chiamato a guidare l'offerta turistica delle Dolomiti verso nuovi traguardi. Il nuovo presidente è Roberto Padrin, che guida anche la Provincia. Padrin succede a Daniela Larese Filon, la presidente che aveva preso in mano l'organismo pubblico-privato nei mesi della gestazione della Dmo (destination management organization). Così ha deciso all'unanimità l'assemblea dei soci. «Ringrazio la presidente Larese Filon per il lavoro che ha fatto nella formazione della Dmo - ha detto ieri Padrin, prendendo le redini dell'organismo deputato a governare la promozione turistica del Bellunese -. In questo momento possiamo entrare in una fase più operativa, quella che ci porterà a mettere a frutto il piano marketing predisposto da Eurac». Sì, perché la Dmo ha a disposizione una sorta di vademecum su come sfruttare appieno le potenzialità turistiche del Bellunese: è il piano confezionato su misura dall'Accademia Europea di Bolzano, che punta a organizzare i servizi di base per il turista, a predisporre i prodotti turistici e a creare una governance di destinazione forte e competente. «Per portare avanti questo piano serve unitarietà e servono scelte condivise - sottolinea Padrin -. Il futuro turistico è importantissimo per la nostra provincia. Come è importate la nostra partecipazione al tavolo strategico regionale per il turismo». Certo, per portare avanti il piano marketing servirà anche un manager specializzato. La Dmo sta selezionando la figura giusta. E il 7 aprile andranno in scena i colloqui di selezione. I soggetti che hanno presentato la loro candidatura sono undici.
D. T.

© RIPRODUZIONE RISERVATA