Revocato il corteo no-pass a Trieste, caos tra gli attivisti

Venerdì 22 Ottobre 2021

LA GIORNATA
TRIESTE È caos tra gli organizzatori della protesta no Green pass a Trieste. Per tutta la giornata si sono rincorsi comunicati stampa veri, falsi e confezionati soltanto per depistare, causando disorientamento tra i manifestanti e le autorità. Nel tardo pomeriggio si è sgretolata anche l'unica certezza da giorni, cioè il corteo annunciato per oggi dal Coordinamento 15 Ottobre, quello di cui fa parte anche l'ex portavoce dei portuali, Stefano Puzzer, che in un video ha detto: «Fidatevi di me. C'è qualcuno che sta venendo qui a Trieste, e dico centinaia e centinaia di persone, che vogliono venire qui e rovinare l'obiettivo a tutti. Non venite qui, non voglio mettere a repentaglio la vostra incolumità».
LE PIAZZE
Eppure tutto era pronto: da Nord a Sud sono oltre 100 le piazze che avevano rispost. I portuali, dal canto loro, si sono sfilati definitivamente dai no-pass, ricusando qualunque responsabilità nei disordini di un paio di giorni fa. Intanto, in piazza Unità d'Italia si è svolto l'ennesimo giorno di protesta, nonostante i manifestanti fossero a ranghi ridotti anche a causa del maltempo. L'altra anima della galassia no-pass, quella che fa capo a Ugo Rossi, leader del movimento 3V, ha annunciato che l'incontro con il ministro Stefano Patuanelli, fissato per domani, non risolverà alcun problema e la protesta continuerà ad oltranza. La Questura, tuttavia, ha rafforzato il dispositivo di sicurezza, alla pari di quanto è stato fatto in questi giorni in piazza Unità e nei punti sensibili della città. In una nota, il monito della Prefettura: «Le manifestazioni che dovessero organizzarsi, mancando il relativo preavviso nei termini e con le modalità previste dalle disposizioni vigenti, saranno da considerare non legittimamente svolte».
LA SITUAZIONE
Il Friuli Venezia Giulia e Trieste in particolare stanno vivendo una situazione paradossale. Da un lato la perentoria protesta contro i vaccini va avanti praticamente da una settimana. Dall'altro i casi Covid aumentano e, secondo il vicepresidente Riccardo Riccardi, sull'andamento incide la diffusione del virus nel capoluogo. Città in cui la percentuale di vaccinati è più bassa rispetto alle altre aree della regione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA