Omicron, 11 casi: l'ultimo è un turista giapponese

Martedì 7 Dicembre 2021

ROMA Omicron, sono undici i casi collegati all'Italia. L'ultimo è un trentenne giapponese trovato positivo all'aeroporto di Tokyo, al rientro da una vacanza nel nostro Paese. Sette fanno parte del cluster di Caserta, originata dal manager tornato positivo dal Sudafrica. Altri due sono stati segnalati nei giorni scorsi a Bolzano e a Vicenza. Ieri è arrivata la conferma dal laboratorio di Microbiologia e virologia dell'Aou di Sassari che anche il rugbista di 28 anni, rientrato da Johannesburg, è stato contagiato dalla nuova variante individuata in Botswana e in Sudafrica. Per fortuna non ha trasmesso il virus a nessuno, anche perché una volta rientrato ad Alghero si è, saggiamente, isolato.
Interessanti i dati che arrivano dai test a cui sono stati sottoposti 43 passeggeri del volo Amsterdam-Fiumicino e dai 118 del Fiumicino-Alghero usati dal giovane atleta per tornare in Sardegna dopo la prima tratta tra Sudafrica e Olanda. Nessuno è risultato positivo e questo rappresenta una dimostrazione che, grazie al ricambio di aria costante garantito dai filtri Hepa, sugli aerei non è così facile la trasmissione. Sia il manager di Caserta, sia il rugbista prima di partire avevano eseguito un test ed erano risultati negativi. L'undicesimo caso di Omicron legato al nostro Paese appare essere - anche se servono nuove conferme - quello di un trentenne giapponese che era stato a lungo in Italia ed era rientrato facendo scalo a Francoforte. L'uomo era vaccinato con Moderna (seconda dose in agosto), particolare che lo accomuna anche al rugbista sardo, al manager di Caserta e ai suoi familiari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA