Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pizziol va in pensione, nuovo vescovo di Vicenza il trevigiano Giuliano Brugnotto

Venerdì 23 Settembre 2022 di Redazione Web
Don Giuliano Brugnotto vescovo di Vicenza

VICENZA - Il Papa ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Vicenza presentata da monsignor Beniamino Pizziol che va in pensione.  Papa Francesco ha nominato vescovo della diocesi vicentina don Giuliano Brugnotto, finora vicario generale della diocesi di Treviso.

Monsignor Giuliano Brugnotto è nato il 7 novembre 1963 a Carbonera, nel Trevigiano. Ha frequentato il Seminario minore e maggiore di Treviso ed è stato ordinato presbitero il 19 maggio 1990. Tra gli incarichi ricoperti, è stato membro della Commissione presbiterale regionale del Triveneto (2007-2013) e della Commissione presbiterale italiana (2008-2013). Brugnotto è stato docente di diritto canonico in vari istituti, in particolare alla facoltà di diritto canonico San Pio X di Venezia (dal 2003) di cui è stato anche preside dal 2014 al 2019. Attualmente è vicario generale, membro del Consiglio episcopale, del Collegio dei consultori, del Consiglio presbiterale, del Consiglio pastorale diocesano e del Consiglio diocesano per gli affari economici.

Video

La emoziona sentirsi chiamare eccellenza? «Beh, è un termine anche un po' desueto» sorride il futuro vescovo. Nell'intervista video che il Gazzettino propone monsignor Brugnotto fa i primi commenti a caldo sulla sua nomina, con semplicità e calma. Non sono ancora stati decisi i tempi dell'ordinazione e quelli dell'ingresso a Vicenza, di questo parlerà ovviamente con il vescovo Pizziol. Un po' stupito per il nuovo incarico, di cui ovviamente sapeva. Pensava di dedicarsi alle missioni, invece va a svolgere un ruolo importante in una città vicina. Per cui anche i legami con il "suo" Trevigiano, afferma, resteranno forti e qualche confivisione ci sarà.

Puntualissimo, poco dopo l'uscita della notizia della nuova nomina, il commento del governatore Zaia affidato alle agenzie: «Con l'affidamento della guida di un'importante diocesi veneta, ancora una volta un sacerdote di questa regione è stato scelto da Papa Francesco per essere eletto alla dignità episcopale. Esprimo al trevigiano don Giuliano Brugnotto le mie più vive congratulazioni e sono certo di farlo a nome di tutti i veneti». «La nomina è motivo di grande orgoglio per il Veneto - ha aggiunto Zaia - e conferma quella tradizione di grandi prelati, figli del loro tempo ma con radici profonde in quella tradizione di fede semplice della nostra gente, che hanno segnato la nostra storia cristiana. Rivolgo anche un pensiero al vescovo di Vicenza dimissionario, monsignor Beniamino Pizziol, e lo ringrazio per il servizio pastorale prestato a beneficio della comunità con impegno e passione».

Ultimo aggiornamento: 24 Settembre, 11:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci