Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Finti tamponi e vaccini per ottenere il green pass: arrestato medico no-vax. A marzo passò da 900 a 1500 pazienti

Martedì 9 Agosto 2022
Vaccini
6

VICENZA - Un medico vicentino, Giorgio Schiavo Sterzi, è stato posto agli arresti domiciliari dai carabinieri di Valdagno (Vicenza) con l'accusa di aver eseguito falsamente tamponi e vaccinazioni per far ottenere ai propri pazienti il Green pass. Le indagini sono state avviate a marzo, in seguito alla segnalazione della dirigenza dell'Ulss 8 Berica sull'anomalo incremento di assistiti seguiti da Schiavo Sterzi, passato nel giro di nemmeno un anno da 891 a 1.461 pazienti. Quello che ha insospettito gli investigatori è che nelle liste del medico risultavano numerosi pazienti esentati dalla vaccinazione per diverse patologie.

Le attività di indagine degli inquirenti si sono avvalse anche di intercettazioni telefoniche sul cellulare del medico e di intercettazioni ambientali all'interno degli studi medici, che si trovano nei comuni di Castelgomberto e Trissino. È emerso che il medico praticava la simulazione dell'esecuzione dei tamponi e anche delle vaccinazioni, con il rilascio successivo del Green pass. Negli ultimi mesi c'era stato anche un afflusso rilevante di richieste dei pazienti ai quali il medico eseguiva in molti casi l'inoculazione in misura minimale del vaccino, dopo l'indagine della Questura di Vicenza che aveva portato nei mesi scorsi all'arresto di altri due medici novax, che iniettavano finti vaccini con il rilascio del certificato verde. Con il medico vicentino sono state sottoposte ad indagini altre sette persone. 

Ultimo aggiornamento: 10 Agosto, 10:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci