Blitz della finanza in due ditte tessili "fantasma": sequestrati beni per 330mila euro, tre imprenditori cinesi nei guai

Mercoledì 11 Maggio 2022
Blitz della finanza con due ditte tessili "fantasma": sequestrati beni per 330mila euro, indagati 3 imprenditori cinesi
1

VICENZA - Blitz della Guardia di Finanza che ha sequestrato beni per  oltre 330mila euro a due ditte del settore tessile gestite da tre imprenditori cinesi. La somma è pari all'imposta dovuta sulla base dell'omessa dichiarazione Irpef e Iva.

In particolare, le Fiamme Gialle di Bassano del Grappa hanno scoperto l'ennesima azienda aperta e chiusa nel breve periodo, con la conseguente irreperibilità del titolare; tale 'modus-operandi' è stato ripetuto con ben due società, le quali, continuando ad utilizzare gli stessi beni e macchinari e mantenendo lo stesso 'pacchetto' di clienti e fornitori, hanno omesso il versamento delle imposte dovute. Le attività investigative hanno consentito inoltre di rilevare la mancata conservazione della documentazione contabile, con l'intento di ostacolare la ricostruzione del reale volume d'affari. 

 Il Gip del Tribunale di Vicenza  ha emesso un decreto di sequestro preventivo  contro le due citate imprese,  sottoponendo a vincolo  risorse finanziarie riconducibili agli indagati.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci