Sangiovanni si racconta: «Vivo un sogno ma il gossip è un icubo: minacciato di morte sui social»

Martedì 21 Settembre 2021 di Mattia Marzi
Sangiovanni: «Vivo un sogno ma che incubo il gossip: minacciato di morte sui social»

Quando a 18 anni ti ritrovi catapultato nel giro di pochi mesi dalla tua cameretta in cima alle classifiche di vendita, passando per lo studio di uno dei programmi più seguiti della tv italiana, hai due alternative: o affoghi o impari a nuotare. È presto per dire se Sangiovanni ha la stoffa giusta per restare a galla. Dalla sua, per ora, il cantautore vicentino ha sicuramente i numeri: 14 Dischi di platino vinti nei quattro mesi trascorsi dalla finale di Amici, lo scorso maggio.

Lì Giovanni Pietro Damian - questo il suo vero nome - è arrivato secondo dietro la ballerina Giulia Stabile (tra i due, nella casetta del programma, è sbocciato l'amore). Ma una volta fuori ha conquistato cifre senza precedenti, per un cantante appena lanciato da un talent.

Sangiovanni, il sogno e l'incubo gossip

 

Oltre 1 milione di copie già vendute tra l'album (l'eponimo Sangiovanni, uscito sempre a maggio, certificato dalla Fimi doppio Disco di platino) e i singoli (6 Dischi di platino per la hit estiva Malibu, 4 per Lady, 2 per Tutta la notte). Già tutte sold out le undici date del tour nei club in programma a gennaio, annunciate all'inizio di giugno. Mentre si prepara a pubblicare un nuovo singolo, Raggi gamma (in radio e sulle piattaforme da venerdì 24 settembre, prima anticipazione del prossimo disco), la rivelazione di Amici riflette sull'impatto che la popolarità ha avuto sulla sua vita: «È un momento magico, ma soffro molto», dice.


Perché?
«La gestione del successo non è facile. Quando ti esponi così tanto ricevi sì tanto amore, ma anche parecchio odio».
Di che tipo?
«Insulti, per lo più sui social. Oggi sono tutti alla ricerca di un nemico. E io, per il tipo di visibilità che sto avendo, sono un bersaglio facile per i leoni da tastiera. Hanno da ridire su tutto: da come mi vesto a quello che scrivo sui social».
Non è né il primo né l'ultimo. Non ha imparato a lasciarsi scivolare le critiche addosso?
«Dovrei farlo. Ma l'altro giorno uno è arrivato pure a minacciarmi di morte».

Sangiovanni, l'attacco di Fabrizio Corona: «Senza la storia d'amore ad Amici ora non saresti un artista»


Addirittura?
«So che può sembrare assurdo, lo è stato anche per me quando ho letto quel messaggio su Instagram. Mi sono domandato: Perché?».
E che risposta si è dato?
«I frustrati sfogano il loro disagio contro persone che a differenza loro sono riuscite a realizzare qualcosa nella vita. Ora è il mio turno».
Il nuovo pezzo, con lo zampino di Dardust, riprende le atmosfere scanzonate e fumettistiche dei precedenti: è la leggerezza la sua arma contro l'odio e il lato oscuro del successo?
«Sì. Solo un ragazzo che ha inseguito il sogno che aveva sin da bambino, ci ha creduto, è riuscito a farlo diventare realtà. E ora lo racconta».
La canzone parla di un amore che ferma le onde e i raggi gamma: mentre gira l'Italia, la sua Giulia dov'è?
«A Roma, a casa sua. È impegnata con Tú sì que vales (la 19enne ballerina è quest'anno nel cast del talent come inviata, ndr). E io sono alle prese con le ultimissime fasi di registrazione del nuovo disco. Ci vediamo poco. Il gossip mi dà fastidio».
Non l'aveva previsto, prima che finisse Amici?
«No. Cercavo solo una vetrina importante attraverso la quale far conoscere la mia musica, le mie canzoni. Non consideravo che lì i telespettatori si concentrano anche sul lato umano, privato, non solo su quello artistico».
L'album è chiuso, quindi?
«Praticamente sì. Ora stiamo scegliendo quali pezzi inserire e quali lasciare fuori. Uscirà a brevissimo».
La vedremo a Sanremo?
«Non credo, non è in programma per ora. Poi magari cambio idea».
Sta bluffando?
«No. In fondo in questo momento farebbe più notizia una mia assenza, lì».

 


Che fa, come Nanni Moretti? Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente?
«Più o meno (ride). Il fatto è che prima di arrivare a calcare quel palco, così importante, dove ogni mossa viene ingigantita, bisogna prepararsi psicologicamente. E io ora non ho tempo».
C'è solo questo o anche dell'altro?
«Ho in mente un altro tipo di percorso: ora esce questo singolo, poi l'album, a gennaio sarò pure in tour. Al di là delle strategie, conta anche la canzone: su quel palco ti devi presentare con un pezzo giusto, che ti rappresenti, altrimenti rischi di fare un buco nell'acqua».
Con i numeri che sta facendo, la sua discografica Caterina Caselli deve essere parecchio contenta di lei.
«Lo è (ride). Riascoltavo giusto l'altro giorno la sua discografia. È una tipa rock'n'roll, una grande donna. Mi sento un privilegiato».

E Maria De Filippi?
«Continuo a sentirla. È una figura centrale, per me. Le faccio ascoltare le canzoni in anteprima e le chiedo consigli. Domenica tornerò nella scuola di Amici': stavolta come ospite».

Ultimo aggiornamento: 22 Settembre, 11:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA