Vicenza cade a Cosenza: 0-2 e l'addio alla B. Ma c'è la variabile Reggina: è stato match inutile?

Venerdì 20 Maggio 2022 di Redazione Web
Allo stadio Marulla la sfida decisiva. Ranocchia tra i difensori rossoblu

COSENZA - La ripresa non fa neanche tempo a iniziare. Attacco dei calabresi, zuccata di Zilli, in campo da pochi secondi, ribattuta di Contini che respinge ma sui piedi di Larrivey che gonfia la rete biancorossa. Momento tragico per il Lane, bisogna respirare a fondo e richiamare tutte le energie fisiche e mentali per rimettere il match in sesto. Una certa reazione c'è, Maggio ha sul piede un pallone possibile ma calcia fuori.

Però dopo 20 minuti, nella bolgia del Marulla, roba da far tremare i polsi (ventimila contro 600), il destino si compie e i biancorossi scivolano di nuovo. Impensabile fallo di rigore in area di Brosco, a braccia larghe su un cross avversario. Sul dischetto va ancora l'italo argentino, ed è 2-0.

Una batosta psicologica, un uno-due che metterebbe a terra un gigante. Sembra già tutto finito, crolla un mondo: in metà tempo occorre fare due gol. Infatti il Lane appare senza più forza. Si arriva ai sei minuti di recupero senza più lampi. La B sfugge, almeno sul campo. Il sesto miracolo consecutivo di Baldini non si concretizza.

Il primo tempo era stato positivo, uno 0-0 che avrebbe blindato la salvezza del Lane, capace anche di un paio di buone occasioni non concretizzate. In effetti Baldini l'aveva detto: «Dobbiamo fare gol». Il Lane è tornato in campo con fiducia, ma la frustata dei primi secondi della ripresa, e magari un minimo di abbassamento della concentrazione, hanno azzerato le certezze. Una sbandata costata carissima.

Dopo la vittoria al Menti, grazie al gol di Maggio proprio allo scadere, allo stadio Marulla la sfida finale tra Cosenza e Lanerossi Vicenza ha deciso chi resta in B e chi scende in C, con sullo sfondo la probabilità però di usufruire eventualmente della "opportunità Reggina", data per certa da alcune fonti.

La variabile Reggina: entrambe in B

Il discorso è questo: è stata una sfida utile oppure uno spareggio inutile, visto che entrambe le squadre sarebbero state "vincitrici" anche senza il match del Marulla? Secondo una testata sportiva calabrese, Tutto Calcio Calabria, la serie B del prossimo campionato non sarà di 21 squadre ma di 20 e non farà parte della lista la Reggina, gravata da una posizione debitoria di oltre 23 milioni. Situazione pertanto finanziaria che non consentirebbe al club amaranto di iscriversi al torneo. Pertanto sia la vincitrice del doppio turno tra Cosenza e Vicenza, sia la perdente, troverebbero spazio per restare in B. Allo stadio di Cosenza è andato in porto insomma il risultato sul campo, per capire bene cosa accadrà bisognerà aspettare le carte bollate.

Consolazioni azzurrine

Notizia del giorno, sono 53 i calciatori della "giovane Italia" convocati dal ct Roberto Mancini, divisi in due gruppi e chiamati a sostenere due sedute di allenamento. Nello specifico sono 29 calciatori di Serie A, 18 quelli di B e 6 quelli impegnati all'estero. Tre quelli del Lane, due nella spedizione cosentina, Filippo Ranocchia e Jean Freddi Pascal Greco, più Tommaso Mancini.

Il gradimento di mister Baldini

L'ultimo spezzone di campionato ha fatto alzare in gni caso il gradimento per il mister Baldini da parte dei sostenitori. I miracoli sui terreni di gioco e una certa grinta hanno incontrato il favore dei tifosi. Emblematico uno dei commenti sui social che li riassume tutti: «Non so se tecnicamente se sia bravo o meno (lo scopriremo), ma finalmente abbiamo un mister che ha gli attributi, e soprattutto che li fa tirare fuori anche alla squadra!».

Mister Baldini sull'aereo alla partenza per Cosenza

 

Curva sud, l'ultimo invito

La voce del tifo più radicato biancorosso non ha smesso, nonostante alcune rudi prese di posizioni contro la società (caso magliette), di sostenere sempre fortemente la squadra. Prima del match col Cosenza e l'appello ad andare a Cosenza, un altro invito per una partita con ospite la Roma: «Per chi non è riuscito a venire a Cosenza, ricordiamo che il tifo del Menti non si ferma solo al Lane! Sabato c'è il Vicenza Calcio Amputati Asd, ultima in casa, esserci!!!». Partita sabato 21 maggio alle 11, via Rossini S/N a Brendola.

Le formazioni al Marulla

COSENZA (all. Bisoli): 31 Matosevic; 5 Rigione, 23 Camporese, 16 Venturi; 99 Di Pardo (36' st Vallocchia), 36 Kongolo, 4 Carraro (1' st Zilli), 34 Florenzi, 94 Liotti (28' st Situm); 32 Larrivey (36' st Bittante), 10 Caso (44' st Gerbo).

A disposizione: 26 Vigorito, 24, Sarri, 55 Hristov, 15 Vaisanen, 27 Bittante, 25 Gerbo, 19 Palmiero, 21 Vallocchia, 92 Situm, 20 Millico, 95 Laura, 40 Zilli.

LANEROSSI VICENZA (all. Baldini): 21 Contini; 17 Brosco, 4 De Maio, 15 Bruscagin (12' Da Cruz); 35 Maggio, 7 Cavion  (23' st Giacomelli), 16 Bikel (12' st Meggiorini), 94 Lukaku (23' st Greco); 11 Ranocchia, 34 Dalmonte (28' st Boli); 9 Diaw. 

A disposizione: 22 Grandi, 13 Pasini, 20 Boli, 14 Padella, 23 Cappelletti, 10 Giacomelli, 6 Zonta, 24 Greco, 77 Cester, 70 Da Cruz, 69 Meggiorini, 91 Teodorczyk. 

ARBITRO: Massa di Imperia

Ultimo aggiornamento: 22:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci