Il killer di Alessandra aveva due pistole, il mistero dei cellulari spariti La 21enne uccisa con un colpo al volto

Giovedì 16 Settembre 2021 di Redazione Web
La casa del delitto . Ai lati Marco Turrin e la giovane vittima

MONTECCHIO M. - I carabinieri di Vicenza sono alla ricerca del cellulare della 21enne Alessandra Zorzin, sparito dalla sua abitazione di Montecchio Maggiore, e anche di quello del suo assassino, Marco Turrin. Il sospetto degli investigatori è che dopo averla uccisa e prima di togliersi la vita la guardia giurata possa aver fatto sparire entrambi durante la fuga.

Un altro particolare emerso dagli accertamenti riguarda l'arma del delitto. Turrin ne possedeva due, una legata al suo lavoro e una personale. È con quest'ultima che ha ucciso con un solo colpo Alessandra, colpendola all'altezza dello zigomo sinistro e sfigurandola. 

 

IL KILLER

LA MARCIA

Sabato prossimo, 18 settembre, si terrà a Vicenza una «Marcia silenziosa» per dire stop alla violenza alle donne, organizzata dal Comune e dal Centro Antiviolenza di Vicenza, dopo i due femmincidi che si sono consumati in provincia, a Noventa Vicentina e a Montecchio Maggiore. Lo ha annunciato oggi al consiglio comunale il presidente, Valerio Sorrentino; l'assemblea ha ricordato con un minuto di silenzio i drammatici episodi che hanno colpito l'intera comunità, e il Comune ha esposto le bandiere a mezz'asta.

Ultimo aggiornamento: 17 Settembre, 07:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA