Omicidio di Noventa. In fuga dopo l'omicidio della moglie, Pellizzari cercato per tutta la notte: arrestato a casa

Sabato 11 Settembre 2021 di Redazione Web
Omicidio di Noventa Vicentina
3

NOVENTA VICENTINA - Gli ultimi aggiornamenti sull'omicidio a Noventa Vicentina consumatosi venerdì 10 settebmre 2021È stato arrestato dai carabinieri Pierangelo Pellizzari,il 61enne  accusato di aver ucciso la moglie nel Vicentino. È stato rintracciato proprio mentre tentava di intrufolarsi in casa sua, entrando da una finestra. Dopo aver ucciso la moglie, Rita Ameze, è iniziata la sua fuga, durata per tutta la notte e la mattinata. Una corsa prima in auto, poi a piedi: gli investigatori lo hanno cercato nella campagna intorno a via Quargente a Villaga (Vicenza), dove l'uomo aveva abbandonato la Jeep, e in tarda mattina si era fatta largo anche l'ipotesi del suicidio, tanto che i sommozzatori dei vigili del fuoco avevano iniziato a dragare un canale. Poi la svolta: l'uomo è stato trovato e arrestato, ora dovrà spiegare cosa è successo ieri e perché abbia freddato la moglie nel parcheggio dell'azienda dove lavorava.

Poi in caserma si è avvalso della facoltà di non rispondere sul delitto della moglie, Rita Amenze, 31enne.

Video

Il delitto nel parcheggio a Noventa

La tragedia si è consumata ieri nel parcheggio dell'azienda dove lavorava la vittima, la 31enne nigeriana Rita Amenze. Il suo assassino le ha teso un vero e proprio agguato: Pierangelo Pellizzari, il marito 61enne della donna, l'ha ammazzata a colpi di pistola, quattro, nel park della ditta Mf Funghi di via Fioccarde. Incredule e testimoni impotenti della tragedia, molte sue colleghe che come lei stavano per iniziare la loro giornata di lavoro nell'azienda. Le amiche hanno parlato delle violenze subita dal marito, che Rita voleva lasciare, una decisione maturata dopo essere tornata dalla Nigeria, dove era andata a trovare i due figli. La donna avrebbe compiuto 31 anni il 26 settembre prossimo.

Assassino in fuga dopo il delitto

Dopo l'omicidio, Pellizzari è fuggito alla guida della sua Jeep, per poi far perdere le sue tracce nella campagna nei pressi di Villaga dove la coppia abitava. I due si erano sposati nel 2018, tra le cause dell'omicidio ci potrebbe essere l'intenzione di lei di lasciarlo manifestata qualche giorno fa. Oltre forse alla volontà di portare in Italia una figlia adolescente avuta da una precedente relazione attualmente in Nigeria. Decisione a cui forse era contrario il marito. Intanto, i Carabinieri stanno setacciando palmo a palmo le campagne nella zona nei pressi dell'abitazione dell'uomo, che dopo la fuga in auto sarebbe poi scappato a piedi e i carabinieri ritengono che abbia potuto trovare rifugio nella zona che conosce molto bene. Per tutta la notte i carabinieri con le unità cinofile hanno battuto le zone di campagna attorno all'abitazione di via Quargente, dove il 51enne ha abbandonato la Jeep. Setacciati palmo a palmo i casolari abbandonati della zona, anche al di fuori del comune del Vicentino. A supporto degli investigatori anche i droni della Protezione civile e alcuni metal detector.

Le ricerche nel canale

I sommozzatori dei vigili del fuoco di Vicenza hanno iniziato stamani, 11 settembre, e a dragare un canale nei pressi di via Quargente a Villaga (Vicenza), dove l'ex marito di Rita Amenze ha abbandonato la Jeep dopo l'omicidio. Il sospetto degli investigatori è che Pierangelo Pellizzari si sia tolto la vita. Un sospetto durato però solo poche ore: l'uomo alla fine è stato rintracciato vicino casa e arrestato.

La svolta: arrestato Pierangelo Pellizzari

L'arresto di Pellizzari è avvenuto alle 14. L'uomo, che ha presumibilmente passato la notte in un casolare della zona, ha cercato di intrufolarsi nella sua abitazione da una finestra che si affaccia sul pollaio di casa. I Carabinieri, che sorvegliavano da ieri il luogo, hanno sentito alcuni rumori, sono entrati e hanno sorpreso e arrestato l'omicida. A differenza di quanto si era appreso, quando è stato bloccato Pellizzari non era armato.

 

Ultimo aggiornamento: 13 Settembre, 15:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA