Gerolimetto, maestro del paesaggio, e il suo "viaggio sentimentale" tra le foto del Veneto e del mondo

Venerdì 13 Maggio 2022
Gerolimetto con la sindaca Pavan illustra le sue foto in mostra (da profilo fb Pavan)

BASSANO - Il maestro del paesaggio, il mago delle vedute attraverso l'obiettivo delle sue reflex, riceve l'ennesimo omaggio di una mostra dedicata ai suoi scatti, stavolta nella sua città, Bassano del Grappa. Da oggi, 13 maggio, fino al 31 luglio 2022, Comune e Musei Civici presentano "Viaggio sentimentale", mostra del fotografo e artista bassanese Cesare Gerolimetto, allestita a Palazzo Sturm, promossa dal municipio e realizzata con il sostegno dei Rotary territoriali.

Viaggiatore instancabile, Gerolimetto, oggi 83enne, si avvicina al mondo della fotografia come autodidatta a partire dagli anni Settanta. Osservatore curioso e ironico, con i suoi scatti Gerolimetto coglie la poesia del quotidiano con stupore e leggerezza, conducendo l’osservatore per mano alla scoperta del mondo e sottolineandone l’importanza della tutela. A lui si devono alcune delle panoramiche più belle ed evocative di Bassano e del suo Ponte Vecchio. I paesaggi veneti, le ville, gli incanti delle montagne, delle campagne, dei laghi e del mare sono lo sconfinato mondo che ritrae con costanza, anno dopo anno, ammassando un archivio immmenso e straordinario di immagini.

 

Le foto di Gerolimetto non sono solo documentazione, ma vera e propria trasmissione di sensazioni e sentimenti, che dai paesaggi veneti si spingono fino a quelli più esotici e remoti a migliaia di chilometri da noi. L’obiettivo fotografico è di fatto un prolungamento meccanico del suo occhio, mentale e sentimentale, il mezzo con il quale trasmettere le sue emozioni. L’entusiasmo e la passione hanno sempre guidato lo sguardo curioso di Gerolimetto sul mondo, permettendogli di dare vita ad immagini intense, autentiche e coinvolgenti.

L’omaggio a Cesare Gerolimetto segna l’avvio di un progetto dedicato al suo archivio fotografico. L’artista ha infatti deciso di donare alla città di Bassano e ai Musei Civici il suo immenso patrimonio di immagini, oltre 400.000 scatti, affinché queste vengano custodite, curate e valorizzate. La mostra e il catalogo segnano l’avvio del progetto di valorizzazione del fondo Gerolimetto che sarà inserito nel più ampio programma di attività di catalogazione e digitalizzazione del patrimonio dei Musei Civici, a cui saranno destinati i proventi della vendita della pubblicazione che accompagna la mostra. 

Nato a Bassano nel 1939, prima viaggiatore, poi fotografo, protagonista di lunghi e rischiosi raid automobilistici
transcontinentali in Africa e Asia senza macchina fotografica, nel 1976 segna una pietra miliare nella sua carriera, il suo raid più impegnativo assieme a Daniele Pellegrini: il giro del mondo in camion, due anni e sette mesi per un totale di 184000 km percorsi attraverso i cinque continenti. Impresa che entra nel Guinness Book of Records 1984 come il primo e più lungo giro del mondo. Sul camion Pigafetta Gerolimetto portò le sue macchine fotografiche, con le quali creò un repertorio d'immagini straordinario di ogni angolo del pianeta e da cui nacque anche un libro edito da Tassotti.

Così la fotografia fa irruzione nella sua vita e dal 1984 diventa la sua scelta professionale esclusiva. Fino all’anno scorso ha collaborato con le più importanti riviste nazionali ed estere e ha al suo attivo numerose pubblicazioni: New York, San Francisco, Israele, Roma, Plaga Felix, Il giardino veneto, Asolo, Veneto Celeste, Vicenza, Divini Colli, Venezia le quattro stagioni, La Porta della Valle, Luce della Vite, Il colore della vita. Numerose le mostre personali (Salisburgo, lnnsbruck, Voiron, Belluno, Cortina, Cremona). Il suo nome appare in diversi volumi sulla fotografia come Segni di Luce, Fotografia contemporanea Italiana, Storia e Tecnica della Fotografia, La fotografia di viaggio e anche in riviste tra le quali Zoom, Epoca, Airone, Fuji Pro, Gente viaggi, Tutti Fotografi. Ha ricevuto il Premio Cultura che è la più alta onorificenza della città di Bassano del Grappa. Nel 2012 partecipa alla Biennale di Venezia Padiglione Italia e nel 2015 a Milano Expo.

Ultimo aggiornamento: 14 Maggio, 09:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci