La lite degenera: 20enne ferito con una bottigliata in testa, nei guai rodigino

Lunedì 17 Febbraio 2020 di Luca Pozza
Intervento dei vigili
THIENE - Un ragazzo di 23 anni, N.E.L., residente a Rovigo, è stato denunciato per lesioni  e a  suo carico è stato richiesto al questore  anche un provvedimento di allontanamento da Thiene.  Proprio in questa cittadina la sera di San Valentino, è avvenuto un fatto che la polizia locale Nordest Vicentino ha ricostruito, risalendo al colpevole, nel giro di poche ore: ieri mattina (domenica 16) un ragazzo di 20 anni, residente a Zanè, si è presentato presso il comando, formalizzando una querela nei confronti dell'autore di lesioni a suo danno.

Il giovane ha raccontato che alle ore 19 del 14 febbraio, in via Gorizia, nel centro di Thiene, mentre si trovava con altri ragazzi, è intervenuto a difesa del fratello che era stato offeso da un giovane che lo stesso conosceva solo di nome. 

Durante il diverbio quest'ultimo gli ha lanciato addosso una bottiglia di birra da 0,66 litri, ancora piena, colpendolo alla nuca e facendolo cadere al suolo. Mentre l'autore del gesto si dava alla fuga, il 20enne colpito dalla bottiglia è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale di Santorso, dove gli è stata diagnosticata una lesione nella regione occipitale del cranio, guaribile in 5 giorni. Grazie ad accertamenti incrociati in relazione a pregresse azioni di controllo della polizia locale, l'autore del reato è stato identificato e denunciato.

Sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Thiene Giovanni Casarotto che spiega: «Come confermato dalla Polizia Locale e dai Carabinieri delle locali stazioni, tengo a precisare come non si tratti di una "guerra tra bande", ma del dissidio tra due persone causato da futili motivi».
  Ultimo aggiornamento: 14:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci