A fuoco l'ecocentro in zona industriale, rogo di plastiche e metalli

Martedì 19 Maggio 2020
In via Galvani sono accorse numerose squadre di pompieri e volontari, all'opera una trentina di persone e diversi mezzi

SANDRIGO - L'allarme è scattato nel cuore della notte. Dopo le tre i vigili del fuoco sono intervenuti nella zona industriale di Sandrigo, in via Galvani, dove era andato a fuoco un capannone dell’ecocentro adibito alla cernita e all'imballaggio di plastica e metallo provenienti dalla raccolta differenziata. 
 


All’arrivo delle squadre dei vigili del fuoco intervenute da Vicenza, Schio, Bassano del Grappa e con i volontari di Thiene con 4 autopompe, 3 autobotti, un’autoscala e 26 operatori, l’incendio aveva completamente "conquistato" tutto l'edificio. Il prodigarsi del personale ha permesso di circoscrivere l’incendio al solo capannone interessato dalle fiamme, di 1400 metri quadri, riuscendo a evitare la propagazione ad un altro deposito attiguo, collegato attraverso un nastro trasportatore.
 
 

Sono tuttora in corso le operazioni di raffreddamento e di spegnimento dei focolai residui e la bonifica che viene effettuata con lo smassamento di tutto il materiale. Le cause dell’incendio sono al vaglio dei tecnici dei vigili del fuoco. Le operazioni di soccorso e di messa in sicurezza della struttura proseguiranno durante la giornata di oggi.

Ci sono forti timori ambientali visto che i rifiuti accumulati nel deposito sono tutti andati in cenere, ma anche il capannone stesso ha subito enormi danni a causa del fuoco e dell'impressionante calore sviluppatosi. Le operazioni dei pompieri hanno evitato che il rogo si propagasse a un'altra linea di stoccaggio e trattamento rifiuti vicina.

Ultimo aggiornamento: 10:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA