Garbuio, il trascinatore del Bassano con sei gol nelle ultime tre gare: "Ora andiamo a prendere lo Schio"

Mercoledì 15 Gennaio 2020 di Francesco Bordignon
Sta trascinando il Fc Bassano 1903 a suon di gol, con lui in rete i giallorossi hanno sempre vinto tranne nella sfortunata trasferta di Cornedo. Nicolò Garbuio (foto Alessio Alex) è il simbolo della squadra di Maino, in pieno recupero e ora ad un punto dallo Schio, è il nuovo riferimento in avanti dopo l’addio di Calgaro, il giocatore a cui i compagni fanno riferimento in zona gol in questo nuovo 4-4-2 in cui l’ex Montebelluna gioca davanti con Battistella.

Contro la Marosticense sono arrivati i due gol decisivi (seconda doppietta dopo quella decisiva nel big match contro lo Schio), sei le reti nelle ultime tre gare giallorosse, in cui il Bassano ha raccolto nove punti. E, con 13 gol stagionali, è ovviamente il capocannoniere della squadra e, a parimerito con Munarini dello Schio, del campionato.

“Contro la Marosticense è arrivata una vittoria importante, che ci ha fatto avvicinare allo Schio – ha dichiarato la punta nel post partita – una gara quasi perfetta perché potevamo forse fare meglio a livello di costruzione gioco, ma non era facile in un derby sentito come questo. Siamo stati bravi e cinici in una gara molto maschia e combattuta”. Due gol ma anche tanto impegno, Garbuio in questa stagione sta dando una mano non solo in zona gol. “Ad inizio anno ho parlato con il mister e la società, essendo uno dei più anziani in rosa mi hanno chiesto di portare avanti i valori del Bassano, di onorare questa maglia, essere l’esempio per tutti i miei compagni più giovani”.

Con la sconfitta dello Schio contro il Tezze, il Bassano torna ad un solo punto dalla capolista. “Abbiamo rosicato tre punti importantissimi allo Schio, ma adesso inizia il difficile: mancano 13 partite, abbiamo lo scontro diretto in casa, non possiamo permetterci di perdere altri punti per strada”. A partire dalla sfida di domenica, la trasferta più corta della stagione, il derby con il Valbrenta. “Ricordiamo ancora che sono stati loro a mandarci fuori dalla Coppa di categoria, all’andata fu 4-0 (una sua rete ndr) ma la prossima sarà una gara completamente diversa, molto più difficile: loro devono salvarsi, è un derby, sono tante le motivazioni”.

Ma con un Garbuio così caldo, con l’arrivo e i primi minuti di un Giulio Bizzotto (che ha bagnato il suo esordio con uno splendido palo) e con la retroguardia che sembra aver trovato la giusta dimensione, il Bassano ha tutto per giocarsi con lo Schio la vittoria finale. © RIPRODUZIONE RISERVATA