Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Preso lo spacciatore con la droga in bocca: reagisce con violenza agli agenti, arrestato

Il 26enne di Schio teneva le dosi tra i denti per poterle ingoiare facilmente in caso di controlli delle forze dell'ordine. Alla stazione scatta la rete della polizia locale

Venerdì 22 Luglio 2022
Polizia locale alla stazione di Schio dopo l'operazione antidroga
2

THIENE - Bloccato il pusher con la droga in bocca, che viaggiava in treno sulla tratta tra Thiene e Schio. Un 26 scledense è finito nella rete della polizia locale che per giorni con pazienza lo ha monitorato e controllato. E per lòa sua reazione violenta, che ha procurato lesioni ad un vigile, è stato arrestato. 

Qualche settimana fa, in Thiene, viale Europa, una pattuglia della polizia locale controllava due soggetti trovandoli in possesso di sostanza stupefacente di tipo cocaina ed eroina. I medesimi, che venivano segnalati alla Prefettura di Vicenza quali assuntori, riferivano avere acquistato la sostanza stupefacente alla stazione ferroviaria di Schio da parte di un ragazzo che teneva le dosi in bocca, al fine di ingoiarle facilmente eludendo i controlli delle forze dell’ordine.

È stata così attivata la squadra antidroga congiunta formata tra i comandi di polizia locale di Schio e Thiene al fine di contrastare lo spaccio di stupefacenti itinerante sulla tratta ferroviaria Thiene-Schio. Il 13 luglio, alle 18.30 circa, alla stazione ferroviaria di Schio, giungeva un soggetto in bici, che si incontrava con un uomo all’interno della galleria pedonale di fronte alla stazione stessa. Gli agenti hanno constatato uno scambio repentino tra i due. Procedevano quindi al controllo del cliente, constatando che, effettivamente, il medesimo aveva appena acquistato 5 involucri contenenti 3 dosi di cocaina e 2 dosi di eroina.

Il 20 luglio è stato organizzato uno specifico servizio con sei agenti in borghese che hanno intercettato lo spacciatore alla stazione di Schio. Alle 13.50 un uomo è sceso da un'auto e ha raggiunto un portico nei pressi di via Manin, e, poco dopo, è stato raggiunto dal pusher. Dopo lo scambio, alcuni agenti hanno seguito e controllato il cliente, che ha consegnato subito 3 involucri co cocaina e 2 con eroina, appena acquistati per l’importo di 50 euro dallo spacciatore che li teneva in bocca. Immediatamente altri agenti si sono avvicinati allo spacciatore intimandogli l’alt. Poiché l’uomo tentava di darsi alla fuga, l’agente più vicino lo ha bloccato ne è nata una colluttazione. Il pusher ha tentato di divincolarsi, si legge in una nota delal polizia locale, in modo energico, conficcando le unghie nel braccio dell’agente e provocandogli un trauma al polso destro con lesioni guaribili in cinqu giorni. Solo con l’intervento degli altri agenti l’uomo è stato definitivamente bloccato.

L’uomo, identificato in un 26enne domiciliato a Schio, è stato tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a lesioni a pubblico ufficiale per impedire che compissero un atto d’ufficio. Nella mattinata di giovedì 21 luglio il giudice del tribunale di Vicenza ha convalidato l’arresto applicando la misura cautelare dell’obbligo di firma, in attesa del processo.

Ultimo aggiornamento: 08:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci