Dà di matto alle Poste con minacce e calci ai muri, poi al comando si denuda e si aggrappa alla porta della cella

Martedì 3 Agosto 2021
Intervento della polizia locale

VICENZA - Prima combina il caos alle Poste, poi al comando vigili si denuda dando in ulteriori escandescenze. La polizia locale ha denunciato per resistenza a pubblico ufficiale ed interruzione di pubblico servizio un 41enne, A.S.R., che giovedì 29 luglio nell'ufficio postale di contra' Garibaldi si è accanito contro i dipendenti. Oltre che con insulti, il 41enne si è rivolto agli impiegati con minacce e prendendo a calci le pareti dell'ufficio. Immediato è stato l'intervento della polizia locale che ha calmato l'uomo accompagnandolo al comando di contra' Soccorso Soccorsetto per sottoporlo a fotosegnalamento.

Il 41enne non solo si è rifiutato di sottoporsi all'accertamento ma si è denudato aggrappandosi alla porta della cella di sicurezza. Un paio di giorni prima l'uomo si era reso protagonista di un episodio simile: aveva bloccato, infatti, per svariati minuti il personale all'interno di un negozio del centro per una presunta inefficienza degli impiegati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci