Françoise Rebellin, lo straziante post al suo Davide: «Non immagino la mia vita senza di te, avvolgimi nella tua luce»

Straziante post della moglie dell'ex campione morto nel tragico incidente di mercoledì nel Vicentino

Domenica 4 Dicembre 2022 di Redazione Web
Davide Rebellin con la moglie
3

VICENZA - «Immaginare la mia vita senza di te mi strazia, l'orrore di ciò che hai passato mi strazia, andare avanti sapendo che non ci toccheremo mai più, non ci parleremo mai più, non ci sveglieremo mai più l'uno nelle braccia dell'altra, mi fa a pezzi» sono le strazianti parole di Fanfan Antonini, la moglie dell'ex campione di ciclismo Davide Rebellin morto nel tragico incidente di mercoledì.

«Il mio Angelo, il mio grande Amore… » scrive Françoise Antonini, per tutti Fanfan. Francese di origine monegasca era sposata con Davide Rebellin in seconde nozze otto anni fa, nel 2014. La donna non riesce a darsi pace. I ricordi, la routine che non tornerà, i sogni mai più realizzabili: una parte della sua vita non c’è più. «Non fare le barrette energetiche che ti piacevano tanto mi sta distruggendo… I nostri bei progetti di coppia, che stavano finalmente prendendo forma ora che la tua impegnativa carriera era finita, e che non si realizzeranno mai, mi sta facendo a pezzi… Non poterti vedere e toccare per l’ultima volta perché te ne sei andato in modo così orribile, mi sta facendo a pezzi… Mi mette al tappeto… Sto cercando di riprendere fiato, ma come posso respirare senza di te al mio fianco? Ti supplico, avvolgimi nella tua luce, così bella, così dolce, così gentile, così amorevole, così solare… Dammi la forza di rialzarmi, e soprattutto riposa in pace, questa pace che meriti così tanto. Ti terrò sempre nel mio cuore e in tutto il mio essere, per l’eternità».

La donna si affida dunque ai social per ricordare l'uomo, il marito, il campione: lo ha fatto ieri sabato 3 dicembre, a tre giorni da mercoledì, data della tragedia. E intanto gli amici sul sito del campione lo ricordano con una toccante galleria di foto di tutti i suoi trionfi

In queste ultime ore la Procura di Vicenza ha predisposto un mandato di arresto europeo nei confronti di Wolfgang Rieke, il camionista tedesco di 62 anni che ha travolto, ucciso e abbandonato l'atleta mentre si allenava ed è accusato di omicidio stradale e omissione di soccorso.. La Procura guidata da Lino Giorgio Bruno ha deciso di procedere con il cosiddetto Mae, il mandato di arresto europeo, una sorta di estradizione fondata sul principio della fiducia reciproca tra gli Stati.

Stando alla ricostruzione fatta dai carabinieri, dopo l'investimento il camionista era sceso dal tir avvicinandosi alla vittima, per poi risalire sull'autoarticolato e allontanarsi. Scena vista da alcuni testimoni, che sono riusciti anche a scattare delle foto: immagini poi utilizzate per le ricerche.

Wolfgang Rieke è dirigente, insieme ad un  fratello, della RTR Speditionsgesellschaft mbH, azienda specializzata in spedizioni internazionali con una ventina di tir e autoarticolati.

Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 07:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci