Caccia ai piccioni: falchi in azione per allontanarli dal centro storico

Giovedì 23 Dicembre 2021 di Roberto Cervellin
In centro a Vicenza sono stati liberati 5-6 falchi per allontanare i colombi

VICENZA - Caccia ai piccioni. A Vicenza ce ne sono tanti. Troppi. Così è ripartita la campagna di allontanamento con i falchi, tra i maggiori predatori di questi volatili.

Nel mirino il centro storico. «Contenere la presenza dei colombi è fondamentale sia per motivi sanitari che per la salvaguardia del patrimonio artistico-monumentale - spiega l'assessore all'ambiente Simona Siotto - L'allontanamento con i falchi è una soluzione efficace che consente di garantire la tutela della salute pubblica nonché il decoro della città».

I rapaci, in azione da qualche giorno, sono “in servizio” due volte alla settimana. Cinque-sei quelli liberati sotto la guida dei falconieri. Al setaccio, piazze e vie del cuore cittadino.

Gli interventi rientrano nell'appalto aggiudicato in estate per l'attività di contenimento. La durata è di 3 anni a un costo di 160 mila euro. La cattura passa anche attraverso le gabbie.

Non solo. In alcuni monumenti come palazzo Chiericati, sede della piancoteca civica, è stato adottato un sistema elettrostatico antipiccione. Insieme alle reti installate con i dissuasori, l'impianto consente di tenere lontani gli uccelli che, secondo il Comune, sporcano e danneggiano le superfici dell'edificio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci