Inquinamento da Pfas, la Procura indaga per disastro ambientale

Inquinamento da Pfas, la Procura indaga per disastro ambientale
VICENZA - La Procura della repubblica di Vicenza conta di concludere entro l'anno l'indagine per disastro ambientale aperta in relazione all'inquinamento da sostanze perfluoro alchiliche (Pfas) prodotte dallo stabilimento Miteni di Trissino ma che riguarda anche le province di Padova e Verona. Lo ha riferito oggi il procuratore  Antonino Cappelleri, che nel tribunale berico ha incontrato una delegazione delle «mamme no-Pfas», mobilitate sulla vicenda che interessa la provincia berica. Il magistrato - secondo quanto si è appreso - ha riferito ai comitati che la magistratura sta attendendo in particolare il parere dell'Istituto superiore di sanità sulla sussistenza o meno del pericolo per la salute pubblica.

Per Laura Puppato, ex senatrice Pd che segue la vicenda da tempo, «con la legge sugli ecoreati si è aperto un modus operativo per la magistratura che consente di inquadrare correttamente il problema a livello penale, e soprattutto individua modalità di percorso che, nei fatti, impediscono la decadenza del reato. Viene infatti sospesa la prescrizione quando le parti individuano necessità di approfondimento, ascolto di testi, valutazione di ulteriori documenti; una garanzia di giustizia per coloro che stanno subendo il danno e in questo caso, peggio, lo hanno subito ignari per anni». 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 18 Aprile 2018, 18:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Inquinamento da Pfas, la Procura indaga per disastro ambientale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-04-18 18:53:58
Penso sia giusto e doveroso ricordare che chi si è attivato molto per segnalare all’opinione pubblica questo problema molto preoccupante, che riguarda una zona ampia del Nord Italia, è stato il M5S con i suoi Rappresentanti in seno al Consiglio della Regione del Veneto.