Trenino monorotaia si ribalta al parco
divertimenti: è bastato un bullone
I vagoni caduti da 2 metri d'altezza
E poco prima un incidente in acqua

Lunedì 26 Agosto 2019 di Massimo Rossignati

VERONA - Un maledetto bullone, staccatosi dalla sede della monorotaia. Sarebbe questa la causa dell'incidente con sette feriti, di cui due bambini, tutti fortunatamente non gravi, avvenuto ieri, poco dopo le 17, a Movieland, area dei divertimenti a Lazise sul Garda all'interno del grande parco di CanevaWorld. Questa la prima ricostruzione di quanto accaduto da parte di carabinieri e vigili del fuoco. E questo, dopo che poche ore prima, sempre nel parco, c'era stato un altro incidente, di minor entità, sull'attrazione Kitt Superjet: una delle barche ha imbarcato troppa acqua e si è inabissata, facendo finire nella piscina alcuni passeggeri, tutti muniti di giubbotto di salvataggio, che sono stati costretti a raggiungere a nuoto il bordo della vasca. Ma è poco dopo le 17 che accade l'impensabile, quando all'improvviso si stacca un bullone che fissa la monorotaia su cui corre il trenino, Back to the backstage, che percorre tutto il perimetro del parco ad un'altezza di circa tre metri da terra per far ammirare tutte le attrazioni da punti panoramici. In quel momento transitano quattro carrozze con sette persone a bordo. Un salto da un'altezza di due metri...
 
, con le carrozze che assieme a pezzi di monorotaia si schiantano a terra e, capovolgendosi di fianco, trascinano nel vuoto i passeggeri, tra cui i due bambini. Mentre altri vagoni con persone a bordo rimangono bloccati sulla monorotaia, che in alcuni punti arriva a 3 metri di altezza. I SOCCORSI Da lì, dopo circa venti minuti, i passeggeri vengono fatti scendere dai vigili del fuoco con una piattaforma mobile. Tutti vengono subito soccorsi dal personale del parco e dagli operatori del 118 di Verona, giunti sul posto con l'elicottero, due ambulanze ed un'automedica. Quattro feriti in modo lieve vengono trasportati all'ospedale Pederzoli di Peschiera del Garda, altri tre con lesioni più serie, ma sempre in codice giallo, sono portati al Polo Confortini di Borgo Trento a Verona. Sul posto arrivano anche i vigili del fuoco e i carabinieri di Peschiera del Garda per le indagini del caso. E la prima ricostruzione parla, incredibilmente, di un bullone saltato dalla sua sede. 

Ultimo aggiornamento: 20:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA