Verona, a 48 ore dalla bomba d'acqua quartieri ripuliti, riaperte le Torricelle

Martedì 25 Agosto 2020
L'antico cipresso di Goethe a villa Giusti a Verona danneggiato dalla bomba d'acqua
2

VERONA - A circa di 48 ore dal nubifragio di domenica, Verona è già tornata ad un aspetto simile a prima della calamità. Oggi, i quartieri più martoriati, sono già stati tutti ripuliti e messi in sicurezza. Nel pomeriggio sono state riaperte le Torricelle, le colline sopra la città, chiuse al traffico per due giorni per permettere alle squadre della Protezione civile di lavorare senza sosta.

Tra oggi e domani, mercoledì 26, sarà spedita la lettera che il sindaco Federico Sboarina vuole scrivere al Presidente della Repubblica in risposta alla telefonata di solidarietà ricevuta ieri mattina. «La chiamata di ieri, in cui Mattarella esprimeva la sua solidarietà e vicinanza, insieme a quella di tutti gli italiani, ai cittadini veronesi rimasti duramente colpiti dal violento nubifragio - sottolinea - conferma l'affetto nei confronti della nostra città». Un'attenzione che il Presidente aveva già manifestato durante il difficile periodo del lockdown. «Oltre a ringraziarlo a nome dei veronesi, lo inviterò a Verona - annuncia il sindaco -. Non servono grandi occasioni, sono certo che apprezzerà e troverà il modo di farsi aspettare molto»

Ultimo aggiornamento: 22:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA