«Non puoi sedurla? Sedala...».
Bufera sulla T-shirt del vicesindaco

Venerdì 23 Agosto 2019
E' rivolta sul web contro la maglietta esibita dal vicesindaco di Roverè Veronese. La foto rimbalza su mille siti
28
ROVERÈ VERONESE - Una maglietta rossa con uno slogan sessista, «Se non puoi sedurla...puoi sedarla», sta mettendo sulla graticola il vicesindaco di Roveré Veronese, un paese della Lessinia. Loris Corradi, che è di Fdi e non della Lega come anche il Gazzettino aveva scritto per errore, è stato criticato sui social anche da donne del suo stesso partito. L'amministratore l'ha sfoggiata domenica scorsa, salendo sul palco della sagra del paese, per l'estrazione della lotteria. E all'inizio, letto lo slogan dalla presentatrice dello spettacolo, c'erano stati dei risolini. La vicenda è divenuta di dominio pubblico grazie alla lettera indignata di una signora, presente alla sagra, pubblicata qualche giorno dopo dal quotidiano veronese L'Arena: «Mi chiedo - scriveva - cosa pensino le donne veronesi della battuta e del messaggio lanciato da un rappresentante delle istituzioni... A me e alle amiche sedute al mio tavolo non ha fatto per niente ridere». Da lì la protesta per la t-shirt sessista è divenuta virale, soprattutto su Facebook, con messaggi di censura nei confronti di Corradi, giunti anche da donne della Lega: «Non credo che le donne ridano, nemmeno le donne della Lega, dai. Non credo», ha scritto un'assessora leghista di Sona, un altro paese del veronese.

La Lega ha anche diramato una netta presa di distanze, smentendo che Corradi sia un tesserato del Carroccio: «Il vicesindaco di Roverè Veronese, Loris Corradi, non è tesserato Lega come invece è stato riportato erroneamente da alcune agenzie stampa e da alcuni quotidiani locali e nazionali, ma è un esponente di FdI di cui è anche è stato nominato coordinatore locale del partito nel 2018». Lo dichiara in una nota l'ufficio stampa della Lega. « Corradi non fa parte del mondo Lega e non ne conosce ideali e programmi. Da sempre la Lega infatti è in prima linea per difendere i diritti delle donne in ogni contesto sociale. Chiediamo quindi che gli organi d'informazione che hanno diffuso la notizia errata correggano immediatamente». 

Neppure Fratelli d'Italia sostiene Corradi: «Il vicesindaco, Loris Corradi, non rappresenta Fratelli d'Italia a Roverè Veronese»: lo precisa all'Ansa il deputato Ciro Maschio, coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia Verona. «Eletto in una civica - spiega Maschio - Corradi, si era avvicinato al partito tra il 2017 e il 2018 ma si era poi allontanato perché critico su alcune scelte». «In ogni caso le parole scritte sulla maglietta da lui indossata sono totalmente incompatibili coi principi e valori di Fratelli d'Italia e con la partecipazione al nostro movimento» conclude il parlamentare di FdI.




  Ultimo aggiornamento: 24 Agosto, 12:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA