Nonni 90enni al volante, strage di punti patente: scatta l'indagine sui nipoti furbetti

PER APPROFONDIRE: denuncia, nipoti, nonni, patente, verona
Nonni 90enni al volante, strage di punti patente: scatta l'indagine sui parenti "furbetti"
VERONA - Troppi nonnetti "arzilli" al volante non inclini a rispettare il codice, al punto da 'bruciare' i punti della patente. Accade a Verona, ma la Polizia municipale nutre più di qualche dubbio sul fatto che le cose stiano proprio così.

Sono oltre una trentina, infatti, gli ultra 90enni veronesi a cui sono stati tolti i punti dalla patente, e oltre duecento i maggiori di 80 anni. Il dato, decisamente sorprendente, emerge dall'analisi sull'età dei conducenti che si sono dichiarati alla guida di veicoli, ai quali da parte della Polizia municipale non è stato possibile contestare infrazioni dei limiti di velocità, talvolta anche superiori di 60 km  orari al massimo consentito. Il sospetto è che qualcuno faccia il furbetto, appioppando all'ignaro nonnetto, che l'auto non la usa neppure più, infrazioni mai commesse.

«Su questo fronte - ricorda il comandante, Luigi Altamura - le conseguenze per le false dichiarazioni dei proprietari di veicoli comportano denunce penali, come accaduto in sei casi nel 2017, dove la Polizia municipale ha dimostrato l'impossibilità della guida degli anziani segnalati alla guida, perché ricoverati in casa di riposo o immobilizzati presso la propria abitazione».

Nel 2017 sono scesi a 19.215 i punti-patente decurtati dalla Polizia municipale veronese per comportamenti scorretti alla guida. Un dato in calo rispetto al 2016 (erano stati 20.235) e ancor più basso rispetto al 2015 (24.994 punti). Tra le principali cause della decurtazione resta l'alta velocità (4.878 punti tolti), seguita dal divieto di sosta su stalli bus e invalidi (2.934 punti), dalla mancata precedenza (2.475 punti), dalla guida in stato di ebbrezza (1.900 punti) e dall'utilizzo del cellulare alla guida con 1.395.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 13 Gennaio 2018, 18:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nonni 90enni al volante, strage di punti patente: scatta l'indagine sui nipoti furbetti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-01-15 07:11:59
Se arriva sanzione all'intestatario auto, ed a guidare era unparente stretto tipo figlio o nipote di primo grado,che finalmente viaggia per un lavoro temporaneo o stabile, inizia un ambaradan burocratico Aggiungono alla multa, importo disbrigo pratica , raccomandata, detrazione solo se paghi entro un termine stretto.Si deve piantare tutto e fiondarsi in ufficio postale spesso con code affollatissime.Poi non e' finita..una serie di moduli, fotocopie ,di patente proria e cart aidentita' , piu' analoga documentazione del parente alla guida magari domicilato fuori residenza , controfirme, raccomandate con ricevuta di ritorno.Poi si aspetta per parecchio tempo la ricevuta della raccomandata e poi ancora mesi per la comunicazione dei punti detratti e del punteggio residuo.Spesso nel frattempo il parente alla guida si sposa, emigra, figlia e non ci si ricorda piu' di quel giorno lontano dove si sforo' di tre chilometri orari il limite.Per avere la foto e constatare, occorre recarsi in sede vigili e chiedere permesso lavorativo.Un guaio se la sede dei vigili e' lontana. Nel frattempo abitudini letali tipo guida con telefonino passano inosservate.Personalmente abbiamo individuato rotatoria che non viene mai presa a giro completo di 360 gradi.Tutti svoltano a destra seccamente.Il vigili , messi in guardia tramite email, hanno detto che non hanno abbastana personale .Peccato ,incasserebbero un buon gruzzolo giornaliero a botte di 38 euro a raffica.Basterebbe una telecamera .Idem per le cicche deposte a semaforo...c'e' aterra un tappeto che a 500 euro al colpo sanerebbe il bilancio di un comune.La sensazione e' che si venga sanzionati a caso , che i peggio se la cavino sempre.
2018-01-14 14:08:06
Vedasi pure le mogli dei camionisti ... che si accollano i punti! Evviva!!!!!!
2018-01-14 10:19:14
Troppo comodo...iniziate a fermare la gente in strada piuttosto che stare a poltrire in ufficio. E’ pieno di gente col cellulare alla guida e nessuno che fa niente...vergogna!
2018-01-14 09:21:53
la sicurezza sulla strada non si fa con gli autovelox, a meno che non siano presenti le forze di polizia che ti fermano e ti multano subito
2018-01-14 08:59:14
Solo in Italia si applicano sanzioni a chi si autodenuncia alla guida. Negli altri paesi solo, e solo se si accerta il reale conducente, si sottraggono i punti, non chi dichiara di essere alla guida.