Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Verona: Andrea, 33 anni, esce di casa per una passeggiata ma non torna più. Scivolato in un canalone, è stato trovato morto

Mercoledì 6 Luglio 2022 di Emiliana Costa
Andrea Benedetti

VERONA - È morto Andrea Benedetti, il 33enne di Sant'Anna d'Alfaedo (VR) le cui ricerche erano partite ieri nella zona di Fosse, a seguito della segnalazione dei familiari. Il corpo senza vita è stato trovato nel pomeriggio, dopo che una squadra ne aveva rinvenuto il cellulare in un'area particolarmente impervia. A quel punto, i soccorritori si sono concentrati nella zona finché, verso le 19, è stato individuato. Il ragazzo, dopo essere scivolato, è ruzzolato diversi metri nel Vajo di Peri, riportando traumi fatali.

Sul posto il soccorso alpino e speleologico, raggiunti poi dalla Stazione alpina. Constatato il decesso da parte del medico della stazione di Verona, la salma è stata ricomposta e imbarellata. Dopo aver aperto un varco tra la vegetazione per facilitare le operazioni, il recupero è stato effettuato dall'elicottero di Verona emergenza, utilizzando un verricello di 40 metri. La salma è stata trasportata a Borgo Roma. Hanno preso parte alle ricerche soccorritori provenienti da tutta la Delegazione Prealpi Venete, come dalle due Stazioni speleologiche di Verona e Vicenza, i vigili del fuoco e la Protezione civile.

Andrea Benedetti trovato morto

Dopo una giornata di ricerche da parte dei vigili del fuoco e del soccorso alpino, alle 18.45 è stato avvistato il corpo senza vita del giovane 33enne di cui si erano perse le tracce nella notte tra lunedì e martedì. L'avvistamento, durante la perlustrazione di sentieri e luoghi impervi, da parte dei vigili del fuoco, personale del soccorso alpino e protezione civile, è avvenuto in un canalone denominato Vajo della Spurga. Il recupero è stato effettuato con l'elicottero del SUEM che ha verricellato sul luogo un soccorritore per imbragare e recuperare la salma. Le operazioni si sono concluse alle 20.

Ultimo aggiornamento: 22:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci