Tornelli nel cortile di Giulietta, il Tar boccia il progetto del Comune

Martedì 20 Aprile 2021
Il cortile di Giulietta

VERONA - Il Tar del Veneto ha accolto il ricorso per la sospensiva al progetto dei tornelli per regolare l'afflusso di visitatori al cortile della Casa di Giulietta a Verona. Un progetto del Comune, che a marzo aveva annunciato il via ai lavori, al quale si sono opposti i quattro comproprietari dello storico palazzo, e dei negozi che si affacciano sul cortile. Per il Tar non esiste una servitù di uso pubblico sulla piazzetta, e il progetto dei tornelli danneggerebbe i diritti degli proprietari. Il cortile della Casa di Giulietta è uno dei pochissimi luoghi monumentali in Italia a ingresso gratuito, mentre è a pagamento quello alla Casa dell'eroina shakesperiana. Con i tornelli e il contingentamento degli ingressi scatterebbe il pagamento di un ticket per l'accesso al Cortile, e questo sarebbe un altro punto di frizione tra il Comune e i proprietari. Il Tribunale amministrativo regionale ha rinviato però al giugno 2022 l'udienza sul merito del ricorso. Quindi si saprà solo fra un anno se il sistema di accesso al Cortile di Giuliettà cambierà, e se diventerà a pagamento. Sul pronunciamento del Tar si è espressa in maniera critica anche la Sovrintendenza, perchè - in un'epoca che richiede il contrasto agli assembramenti - si impedirebbe la regolamentazione in un sito che prima del Covid era sistematicamente intasato di turisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA