Omicidio a Verona. Mamma uccide le due figlie di 11 e 3 anni in casa famiglia: sparisce, ricerche nell'Adige Foto

Omicidio a San Pancrazio. Le bambine andavano a scuola, i corpi scoperti dalle assistenti sociali

Martedì 26 Ottobre 2021 di Redazione Web
Mamma uccide le due figlie di 11 e 3 anni in casa famiglia a Verona
6

VERONA - Tragedia familiare a Verona: una donna di nazionalità cingalese, la 33enne Fernando Dewendra Mahawaduge, ha ucciso stamane, 26 ottobre, le due figlie, di 11 e 3 anni, che con lei erano ospiti di una casa accoglienza "Mamma bambino" gestita dal Comune, in quartiere Porto San Pancrazio. Non si conoscono le ragioni del duplice delitto. Dopo l'omicidio la donna è fuggita dalla casa ed è   ricercata, anche nelle acque del fiume Adige. Madre e figlie erano ospiti della casa d'accoglienza da circa un anno. La donna non lavorava e le bambine frequentavano la scuola. Il marito della donna è stato rintracciato nel Veronese e sentito in questura.

Perché le bambine erano in comunità?

Le due bambine di 3 e 11 anni erano state allontanate dalla loro abitazione con un provvedimento del Tribunale dei minori in seguito ai comportamenti violenti del padre, un uomo che avrebbe avuto problemi di tossicodipendenza. Le figlie erano state portate nella casa Mamma Bambino dal gennaio 2021. A Verona avevano altri famigliari.

I corpi scoperti dalle assistenti sociali

I corpi delle bambine sono stati scoperti questa mattina dalle assistenti sociali della casa secondo cui non c'erano stati segnali che facessero presagire la tragedia. Delle indagini si sta occupando la squadra mobile della Questura di Verona. Sul posto anche il sindaco Federico Sboarina insieme all'assessore al Sociale, Daniela Maellare. Il magistrato che si occupa dalle indagini, la pm Maria Federica Ormanni, ha disposto intanto l'effettuazione dell'autopsia sulle due vittime, per accertare l'esatta causa della morte. L'esame verrà eseguito domani, 27 ottobre.  Nella camera delle bambine non sarebbero stati trovati segni di lotta né colluttazione, tutto era in ordine, e questo fa supporre che le due piccole siano state uccise nel sonno.

Ricerche nell'Adige

Sono state estese al fiume Adige, nel sospetto che la donna possa aver tentato un gesto estremo, le ricerche della mamma che a Verona ha ucciso le due figlie. Il fiume scorre non distante dalla strutture, finora le ricerche della donna non hanno dato esito. 

La comunità

La comunità educativa mamma-bambino "Il Porto delle Mamme" è una struttura residenziale del Comune che accoglie temporaneamente le madri con i propri figli, o le donne in gravidanza, che si trovano a vivere un periodo di difficoltà. Vengono offerte ospitalità, protezione e aiuto in un percorso indirizzato all’autonomia personale, lavorativa, abitativa e per preparare all’essere genitore. ll servizio è rivolto alle donne in stato di gravidanza o alle madri con figli di età compresa tra 0 e 12 anni, residenti nel Comune di Verona. 

 


 

Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre, 11:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA