Martedì 5 Novembre 2019, 13:09

Da capo ultrà a leader di Forza Nuova: «Osannare Hitler? Goliardia»

PER APPROFONDIRE: balotelli, luca castellini, ritratto, verona
Luca Castellini

di Angela Pederiva

Dice di sé: «La febbre dell'azione mi divora... è forse più facile custodire il vento che me». Dicono di lui: «Le condotte illegali vengono perseguite». Fra l'autocelebrazione via social (solo su Twitter: la sua pagina su Facebook è appena stata rimossa) e la perentorietà delle istituzioni (la Questura di Forlì-Cesena ha daspato l'ex capo-ultrà fino al 2022), ecco Luca Castellini, nato a Verona il 14 giugno 1975, «militante di ForzaNuova da 25 anni, con 2 lavori e 3 figli», ma anche variamente imputato per lesioni, falso, violenza privata, violazione della legge Mancino. Reati di cui evidentemente il 44enne va fiero, a giudicare dal suo ultimo tweet, pubblicato e oscurato nello spazio di mezza giornata: «Balotelli volevi godere del black pass de il ne**o ha sempre ragione, ma tu sei più stupido che ne**o» (asterischi nostri, naturalmente).
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Da capo ultrà a leader di Forza Nuova: «Osannare Hitler? Goliardia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-11-05 19:17:17
Per me questi esseri nella vita quotidiana sono dei impotenti, aspettano sempre le "spalle" allo stadio, per fare casino, del calcio e lo sport in generale, se ne sbatte.
2019-11-05 17:41:43
Ma perchè gli estremisti politici (di destra e di sinistra) devono rovinare il gioco del calcio? Credo sia interesse dei veri tifosi e delle società cacciarli dagli stadi.